menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendio alla Pizzeria Lazzari Felici: scatta la gara di solidarietà

La struttura esterna della pizzeria di San Giorgio a Cremano è stata colpita nelle ultime ore da un incendio. In poche ore, però, si è attivata da subito la macchina della solidarietà per sostenere ed aiutare Antonio Esposito, titolare del locale

La struttura esterna della Pizzeria Lazzari Felici di San Giorgio a Cremano è stata colpita nelle ultime ore da un incendio. I Vigili del Fuoco hanno constatato che l’impianto elettrico era perfettamente funzionante e a norma e che le cause sono esterne e di origine dolosa.

L'accaduto ha comportato la riduzione del 60% della capacità ricettizia del locale ed un fermo di almeno 15 giorni. Si stimano attualmente danni strutturali per almeno 15.000 euro.

In poche ore, però, si è attivata da subito la macchina della solidarietà per sostenere ed aiutare Antonio Esposito, il titolare della Pizzeria Lazzari Felici.

"Antonio, che è uomo di grande dignità, non avrebbe voluto questo - spiega Giustino Catalano di 'Di Testa e di Gola' - ma è giusto che quando un lavoratore è colpito ci si stringa attorno a lui e si abbia solidarietà reale e non solo a parole. Così il nostro sito si è sentito in dovere di lanciare un evento di raccolta fondi che veda protagonisti soprattutto i pizzaioli suoi colleghi. 24 Marinare per Antonio è un gesto simbolico con il quale ciascun pizzaiolo che vuole sacrifica l’incasso di 24 marinare calcolato a 3 euro l’una equivalente a complessive 72 euro. Come si direbbe in gergo di pizzeria sono 2 tavole di pasta".

"200 aderenti -prosegue Giustino Catalano - contribuiranno a sostenere la riattazione della sala esterna. Personalmente credo che la cosa non sarà impossibile se si tiene conto che nella sola città di Napoli i forni che lavorano a pizzeria sono oltre 1400. Cominciamo noi di Di Testa e di Gola acquistando da una pizzeria che non esiste 24 marinare che non mangeremo. E’ un modo per dimostrare che quelle due tavole di pasta possono essere sacrificate anche da chi non fa impasti e non li vende. La raccolta avverrà tramite evento Facebook, con la partecipazione di solo quelli che realmente intendono partecipare fattivamente alla cosa. L’IBAN sul quale bonificare i 72 euro è IT12 G062 3003 5510 0005 6670 077 intestato a Esposito Antonio – Causale 24 marinare per Antonio".

Lazzari-Banner3-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, de Magistris sul contagio: "Zona rossa sempre più verosimile"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento