Giovedì, 29 Luglio 2021

Incendio in Circumvesuviana, i passeggeri lasciano il convoglio in aperta campagna

L'allarme è stato dato da alcuni passeggeri che avevano notato il fumo provenire dalla coda del convoglio

Incendio questa mattina su un treno della Circumvesuviana tra Boscoreale e Pompei. L'allarme è stato dato da alcuni passeggeri che avevano notato il fumo provenire dalla coda del convoglio.E' stato consentito loro di scendere in aperta campagna a scopo precauzionale. Non ci sono stati feriti nonostante il fuggi fuggi generale verso la più vicina stazione. Le fiamme sono state spente dal personale Eav e dai vigili del fuoco intervenuti sul posto. Fatale la rottura della linea aerea che cadendo sul convoglio ha provocato un principio di incendio che si è propagato in tutto il treno. Brillante e decisivo l'intervento del capotreno e del macchinista che hanno impedito conseguenze peggiori. 

Nota Eav

"Dalle ore 10:30 la circolazione ferroviaria è interrotta, causa problemi tecnici alla linea aerea, sulla tratta Torre Annunziata – Scafati. I treni in partenza da Napoli per Poggiomarino limiteranno la corsa a Torre Annunziata. I treni in partenza da Poggiomarino limiteranno la corsa a Scafati. A breve sarà istituito un servizio sostitutivo automobilistico. Seguiranno aggiornamenti", spiega Eav in una nota.

Indagine interna

“Con una nota indirizzata al Presidente dell’EAV, Umberto De Gregorio, ho chiesto l’apertura di un’indagine interna per fare luce sulle cause dell’incendio divampato a bordo di una delle carrozze del treno della Circumvesuviana questa mattina all’altezza di Pompei. In particolare è necessario conoscere se le fiamme siano partite dall’interno della carrozza oppure da un cortocircuito nei fili dell’alta tensione. Tanta la paura tra i passeggeri, come testimoniato da alcuni presenti, che sono stati costretti a scendere rapidamente per poi percorrere a piedi il tratto di rotaie che li ha condotti alla stazione di Pompei. Tragedia evitata per fortuna, ma bisogna garantire la piena sicurezza a tutti i passeggeri che prendono quotidianamente la Circum potenziando le attività di controllo e manutenzione delle tratte”. Queste le parole del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.

Trasportava studenti e pendolari

“Ancora un treno della Circumvesuviana andato in fiamme questa mattina mentre trasportava studenti e pendolari. E di nuovo abbiamo visto scorrere le immagini di cittadini terrorizzati, costretti a trovare una via di fuga sui binari, mettendo a serio rischio la propria incolumità. Sequenze raccapriccianti quelle registrate questa mattina lungo la tratta Torre Annunziata-Scafati, che si sono già ripetute più volte negli anni scorsi e che ci saremmo augurati di non rivedere più, soprattutto alla luce degli investimenti annunciati dalla Regione Campania. Eppure, nonostante gli impegni assunti, l’ultimo rapporto Pendolaria continua a fotografare le linee Eav come le peggiori del Paese, per disagi provocati da ritardi e soppressioni, per il parco treni più vecchio d’Italia, per le stazioni in condizioni di degrado, oltre che per le continue avarie dei convogli. Il risultato più evidente è un calo di oltre il 44% di passeggeri in dieci anni”. Lo denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e componente della Commissione Trasporti, che ha annunciato la richiesta di una Commissione regionale d’inchiesta sulla sicurezza dei trasporti regionali.

“Abbiamo il dovere di far luce sullo stato di salute del sistema di trasporto pubblico regionale. Lo dobbiamo alle decine di migliaia di cittadini – conclude Cirillo - che ogni giorno utilizzano mezzi Eav e che non possono vivere nel terrore di rischiare la propria vita per raggiungere la scuola, l’università o un luogo di lavoro”.

Si parla di

Video popolari

Incendio in Circumvesuviana, i passeggeri lasciano il convoglio in aperta campagna

NapoliToday è in caricamento