Cronaca

Fiamme all'Anfiteatro Flavio, incendio spento. Si cercano le cause

A quanto pare non risultano danni alle strutture archeologiche. Danni soltanto ad una struttura in legno per spettacoli già in disuso, e situata in un'area interdetta al pubblico

È stato spento l'incendio divampato ieri pomeriggio all'interno dell'Anfiteatro Flavio di Pozzuoli. Le fiamme hanno interessato parte della struttura in legno per spettacoli già in disuso, e situata in un'area interdetta al pubblico.

La Direzione del Parco archeologico dei Campi Flegrei fa sapere che dai primi accertamenti non risultano danni alle strutture archeologiche. Sono in corso verifiche tecniche per comprendere le cause dell'incendio.

Le dichiarazioni di Figliolia

"In queste ore si è verificato un incendio all'interno dell'Anfiteatro Flavio. Uno strappo al cuore per noi puteolani e per tutti quelli che amano il nostro patrimonio archeologico". È stata subito la dichiarazione del sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia. "Si è a lavoro - spiega ancora Figliolia - per ricostruire quanto avvenuto e per la ricognizione dei danni. Su questo sito e sui tanti altri presenti in città si sta lavorando con progetti, in rete con il Mibact e con il Parco archeologico dei Campi Flegrei, responsabili del circuito. Siamo stati sempre presenti, e ancora lo saremo: si intervenga e si faccia presto per sostenere i nostri beni".

La storia dell'anfiteatro

L’Anfiteatro Flavio è stato attribuito agli stessi architetti del Colosseo, del quale per altro è di poco successivo. Ha una pianta ellittica di 149x116 metri, e gli scavi archeologici per portarlo alla luce avvenirono nel 1839. Soltanto nel 1947 però, a seguito di una nuova campagna di scavo, fu definitivamente liberato dai detriti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme all'Anfiteatro Flavio, incendio spento. Si cercano le cause

NapoliToday è in caricamento