Cronaca

Incendio alla Sapa, il giorno dopo: "La qualità dell’aria non ha registrato superamenti dei limiti di legge"

L'azienda ha ringraziato il corpo dei vigili del fuoco. "Un pensiero, in particolare, ai due vigili del fuoco ricoverati in ospedale per lieve intossicazione"

La Sapa, l'azienda il cui hub di Airola è ieri andato in fiamme generando la nube di fumo nero poi arrivata anche a Napoli, in un comunicato rende noto che "i primi dati dell’ARPAC affermano che la qualità dell’aria non ha registrato superamenti dei limiti di legge".

L’azienda inoltre conferma che l’incendio occorso ieri presso l’hub logisitico di Airola – dove sono stoccati i prodotti finiti, destinati ai clienti, con materiali al 100% riciclabili – non ha causato feriti.

Le fiamme si sono propagate al tetto, scatenando un incendio di vaste dimensioni anche a causa del forte vento. L’hub logistico era dotato di videocamere di sorveglianza, l’azienda rende noto che "impiegherà tutte le forze necessarie per identificare assieme alle autorità le cause dell’accaduto".

In relazione ai fumi provocati dalle fiamme, i primi dati dell’Arpac di monitoraggio della qualità dell’aria, affermano che “In tutta l’area interessata le stazioni della rete di monitoraggio della qualità dell’aria non hanno registrato superamenti dei limiti di legge in nessuno dei parametri normati“.

Sapa ha anche ringraziato "il corpo dei Vigili del Fuoco e tutte le Forze dell’Ordine intervenute per domare l’incendio e salvaguardare le persone e i residenti. Un pensiero, in particolare, ai due vigili del fuoco ricoverati in ospedale per lieve intossicazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio alla Sapa, il giorno dopo: "La qualità dell’aria non ha registrato superamenti dei limiti di legge"

NapoliToday è in caricamento