rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024

Parte l'anno giudiziario: meno crimini, ma oltre 12mila sentenze non eseguite

"I reti a carico di minori sono in diminuzione, ma è anche vero che tra i giovanissimi aumentano i reati per associazione a delinquere di stampo mafioso". Nelle parole del procuratore generale di Napoli Luigi Riello, durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario, fotografo il recente fenomeno delle babygang: meno reati ma più violenti e con un modus operandi sempre più vicino alla criminalità organizzata. L'apertura si è tenuta al Maschio Angioino per i lavori di ristrutturazione che interessano Castel Capuano. 

Per Riello, l'egemonia culturale partenopea è "...in mano alla delinquenza". Una tesi respinta dal sindaco de Magistris: "I reati sono statisticamente in diminuzione e quindi non condivido questa analisi cupa. Certo non bisogna abbassare la guardia. Mi interrogherei, invece, sul dato preoccupante delle 12.300 sentenze passate in giudicato ma mai eseguite per mancanza di risorse. Vuole dire che si sono decine di migliaia di person condannate ma che non vanno in galera". 

Dall'Associazione nazionale magistrati arriva l'appello a investire più risorse nel distretto di Napoli: "Non basta la recente immissione di personale. Per fa funzionare la macchina giudiziaria abbiamo bisogno di maggiori investimenti". 

Video popolari

NapoliToday è in caricamento