rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca

Cardarelli, inaugurato l'asilo nido aziendale

Lunedì si apre il bando per richiedere l’ammissione dei bambini. Presto saranno accolti, oltre ai figli dei dipendenti, anche i bambini delle persone in visita ai degenti

Un nido per i bambini dei dipendenti dell'Ospedale Cardarelli di Napoli, presto anche baby parking per i figli dei degenti o dei parenti che si recano in visita: inaugurato oggi è un altro tassello importante per la ricostruzione dell’immagine e il rilancio del ruolo del nosocomio partenopeo intrapresi dal direttore generale Ciro Verdoliva e fortemente voluti dal Governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Folla delle grandi occasioni al taglio del nastro, cui hanno preso parte, con De Luca e Verdoliva, l’assessore regionale alle pari opportunità Chiara Marciani, e Carlo e Camilla di Borbone delle Due Sicilie, che hanno dato il loro patrocinio morale, per l'occasione accompagnati dalle figlie, le biondissime e bellissime Maria Carolina e Maria Chiara.

250mila euro il finanziamento regionale impiegato, nell’ambito del piano di potenziamento dei nidi nella nostra Regione, oltre alle risorse reperite mediante crowfounding. Allo stato la struttura potrà accogliere 24 bimbi, di cui 8 lattanti: la selezione avverrà attraverso bando pubblico, che sarà aperto domani.

Inaugurato asilo nido al Cardarelli (foto De Cristofaro)

“I progetti che assicurano la migliore conciliazione tra tempi di vita lavorativa e di vita familiare sono una priorità per la Regione Campania”, ha spiegato l’assessore regionale alle Pari Opportunità, Chiara Marciani. All’inaugurazione, tra gli altri, una nutrita delegazione del Sacro militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, di cui Carlo è Gran Maestro, con membri giunti anche da New York oltre che da tutta Italia, le allieve di Scienze infermieristiche della Federico II, perfette nella tenuta d’ordinanza, esponenti della Giunta regionale e del Consiglio, i direttori amministrativo e sanitario del Cardarelli, Anna Iervolino e Franco Paradiso. Particolarmente ammirata Camilla, in total red, con foulard Hermes e borsa realizzata in seta con stampato lo stemma della Real casa, al dito un anello in oro con corni in corallo. Per i Borbone, dopo la cerimonia, pranzo privato dalla marchesa Federica Canetti dove potrebbero aver ritrovato la genovese, uno dei loro piatti preferiti, come rivelato ieri in occasione dei festeggiamenti per il ventesimo anno di matrimonio al ristorante “Archivio Storico”, il locale partenopeo che si ispira nel design come nella cucina proprio alla cultura borbonica., il cui patron, Luca Iannuzzi, è anche Cavaliere di Merito del Sacro Militare ordine costantiniano di San Giorgio. A seguire due funzioni nelle chiese di S. Ferdinando e S. Francesco di Paola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cardarelli, inaugurato l'asilo nido aziendale

NapoliToday è in caricamento