Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Migrante ferito al Vasto, lo zio: "Colpa di Salvini"

 

E' amareggiato Omar 'Ndiaye, lo zio di Cissè Elhadji Diebel, il 22enne senegalese raggiunto da colpi d'arma da fuoco nella serata di ieri, nel quartiere Vasto. Il giovane è finito nel mirino di tre italiani, che da uno scooter hanno fatto fuoco, ferendo il senegalese a una gamba. Trasportato al Loreto Mare, Cissè non è in pericolo di vita. 'Ndiaye, intervistato da NapoliToday, è convinto che le ragioni dell'agguato siano da ricercare nel clima d'odio fomentato "da chi cerca di strumentalizzare il problema dei migranti". E fa il nome del Ministro dell'Interno Matteo Salvini. 

IMMIGRATO FERITO AL VASTO, LA SOLIDARIETA' DI DE MAGISTRIS

Oggi è in programma una manifestazione organizzata dai Comitati antirazzisti della città. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento