Cronaca

Il giornale di Casoria festeggia i primi tre anni editoriali tra arte e solidarietà

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

A Casoria, comune a nord di Napoli, nella serata di giovedì 9 Maggio 2013 si è tenuta un'asta benefica a cui molti artisti locali e delle zone limitrofe hanno dato piena adesione mettendo a disposizione le proprie opere: la cifra raccolta sarà devoluta interamente in beneficenza, in particolare alle Suore Vincenziane di Casoria che si occupano dell'assistenza alle persone più bisognose e all'associazione Giuseppe Moscati di Arpino. L'evento, senza precedenti nel territorio casoriano, è stato fortemente voluto da Giuseppe Storti e Carlo De Vita, rispettivamente direttore responsabile e direttore editoriale de 'Il Giornale di Casoria', periodico che per l'occasione ha festeggiato i tre anni di attività. Molte persone, tra residenti e rappresentanti delle istituzioni come il sindaco Vincenzo Carfora, gli assessori Tommaso Casillo e Luisa Marro e il capo ufficio stampa del Comune Nando Troise, sono accorsi per l'occasione registrando il pienone nella sala principale del locale 'My Day' gestito dai fratelli Raffaele e Giancarlo Paone che, come altri partner, hanno sposato sin dal primo istante questo evento. I giornalisti Emilia Sensale e Antonino Fiorino, anche collaboratori del 'Giornale di Casoria', hanno curato le riprese di questa grande festa di beneficenza ascoltando alcuni dei tanti presenti ai microfoni della loro rubrica 'Non c'è Sensale senza Fiorino' (video disponibile sul canale Youtube.com/emiliantonino, ndr).

Giuseppe Storti e Carlo De Vita, prima di dare il via all'asta, hanno consegnato una targa celebrativa nel segno del loro ringraziamento verso un grande maestro di vita e di giornalismo quale Carlo Iuliano, ex storico addetto stampa del calcio Napoli scomparso recentemente e cittadino casoriano, accogliendo tra le loro braccia con profonda commozione la signora Anna e la figlia Raffaella, mentre l'intera platea ha applaudito questo pregevole e doveroso gesto. "Questa iniziativa - affermano Storti e De Vita ai microfoni dei giornalisti Fiorino e Sensale - si prefigge lo scopo di contribuire ad una giusta causa benefica, ma al contempo vuole essere sicuramente un punto di partenza per l'intera città di Casoria ricca di belle realtà da valorizzare fino in fondo allontanando di fatto lo spettro dei tanti e troppi tristi fatti di cronaca. Non è facile - concludono - portare avanti una realtà editoriale in un periodo di crisi economica come quello che stiamo vivendo e che sta mettendo in ginocchio tante realtà della carta stampata, ma l'entusiasmo di una bella redazione ricca di belle e preparate persone è davvero grande ed entusiasmo e passione sono il binomio essenziale per portare avanti un progetto al di là di ogni recessione". La modalità di battitura dell'asta si è contraddistinta rispetto all'iter usuale grazie alla presentazione scandita con toni scherzosi e gag comiche dall'attore Antonio Fiorillo che ha coinvolto tutti i presenti e reso il momento topico della presentazione delle opere artistiche più piacevole tramite il racconto di aneddoti sfiziosi: "Per me - spiega il comico casoriano DOC - è stata un'assoluta novità quella di partecipare nelle vesti di banditore durante quest'asta di beneficenza che ho cercato di allietare nel miglior modo possibile invogliando le persone presenti ad avanzare un contributo importante per il sostegno dei soggetti bisognosi, la partecipazione dei presenti c'è stata ed è stato un bel risultato in nome della solidarietà".

Emilia Sensale e Antonino Fiorino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giornale di Casoria festeggia i primi tre anni editoriali tra arte e solidarietà

NapoliToday è in caricamento