menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale Pascale

L'ospedale Pascale

Stop alle radioterapie al Pascale: pazienti trasferite

A rischiare le donne colpite da neoplasia del seno: saranno indirizzate in altre strutture cittadine. In programma per questa mattina un presidio davanti al polo oncologico

Al Pascale risultano essere fuori uso due macchine per la radioterapia. A rischiare, dunque, sono le donne colpite da neoplasia del seno che, in parte, saranno costrette a spostarsi in altre strutture cittadine. A denunciare il disservizio sono l'associazione di Tutela diritti del malato, i sindacati dell'istituto e l'Udi (Unione donne italiane) di Napoli che stamattina si unirà al presidio indetto dalle 10 in poi davanti all'ingresso della metropolitana del polo oncologico, come si legge da Repubblica. La decisione dello stop è conseguenza del rinnovo tecnologico di due acceleratori lineari, la cui installazione richiederebbe la rimozione di quelli attuali.

La denuncia, dunque, sottolinea un punto in particolare: "Ancora una volta sono gravemente penalizzate le donne che già da due mesi non hanno accesso alla cura". E negativo appare anche il giudizio sull'alternativa. La direzione sta disponendo infatti per almeno sei mesi)il trasferimento delle pazienti e del personale)in altri centri. Per alleviare le conseguenze del blocco dell'attività, il direttore generale ha sottoscritto un protocollo d'intesa con la Asl Napoli 1 per l'affidamento di una quota di pazienti alla radioterapia dell'Ascalesi.

Ma non saranno pochi i disagi a cui dovranno sottostare le donne in cura. Pazienti che dovranno fare le indagini preliminari, l’eventuale intervento, i controlli, le visite in corso di terapia al Pascale,e poi spostarsi per la radioterapia.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento