Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Violenze negli ospedali, le guardie giurate chiedono di incontrare il commissario dell'Asl

Protesta l'associazione guardie giurate, che reclama maggiori "ausili" e maggiore sicurezza nei nosocomi partenopei

Immagine d'archivio

L'associazione guardie giurate è sul piede di guerra per quanto sta accadendo, ormai da tempo, negli ospedali di Napoli e provincia. Episodi di violenza verso il personale, e in genere mancanza di sicurezza.

”Gli ultimi episodi di violenza ai pronto soccorso degli ospedali di Napoli ci dimostrano che ancora non è pienamente garantita la sicurezza per i lavoratori delle strutture sanitarie e delle stesse guardie giurate in servizio - spiega il sindacalista Giuseppe Alviti - bisogna tutelare maggiormente i lavoratori, soprattutto nei turni di notte e nei reparti a contatto col pubblico e con elementi spesso dalle reazioni inconsulte".

La richiesta è di ausili per garantire la sicurezza come taser, videosorveglianza, strumenti antiaggressione, "e la possibilità di impiegare un maggior numero di guardie a ogni turno per elevare gli standard di sicurezza. Ed è arrivato il momento di fare il punto della situazione con la dirigenza Asl per evitare che si ripetano casi".

L'avvocato Arnaldo Gadola, tramite dell'associazione, ha chiesto un un’incontro al commissario straordinario dell Asl na 1 Ciro Verdoliva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze negli ospedali, le guardie giurate chiedono di incontrare il commissario dell'Asl

NapoliToday è in caricamento