menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione Centrale, pluripregiudicato tenta di accoltellare una guardia giurata

L’intervento della Polfer, che ha arrestato l’aggressore, ha evitato ulteriori conseguenze

Nella mattinata di giovedì, all'interno della Stazione Centrale di Napoli, un 35enne di nazionalità senegalese ha tentato di accoltellare una guardia giurata. L’intervento della Polizia Ferroviaria, che ha arrestato l’aggressore, ha evitato ulteriori conseguenze.

L'uomo, un pluripregiudicato senza fissa dimora, sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. presso il Commissariato di Vasto Arenaccia, è stato tratto in arresto con l'accusa di tentato omicidio e tradotto presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

I FATTI - Lo straniero privo di documenti, soggetto pericoloso, con numerosi precedenti penali, conosciuto agli operatori Polfer per essere abituale frequentatore di questo scalo ferroviario e per aver consumato numerosi reati ai danni di viaggiatori e di personale delle Ferrovie, nei pressi del binario 5 della stazione centrale di Napoli, ha aggredito con un coltello una Guardia Giurata in servizio. Nel corso di un controllo da parte della Guardia Giurata finalizzato all’allontanamento del 35enne, quest'ultimo ha estratto il coltello e ha tentato di accoltellare la guardia, che con mossa fulminea ha evitato il fendente. Nel frattempo una pattuglia del Reparto Operativo di Napoli centrale, vista la scena, è immediatamente intervenuta, disarmando il pregiudicato, bloccandolo, per poi condurlo negli uffici Compartimentali. Sequestrato anche il coltello dalla lunghezza di circa 21 cm con lama seghettata di 11 cm circa.

IL COMMENTO - Sull'episodio è intervenuto anche Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Provinciale di Napoli del Coisp: “Anche stavolta siamo stati fortunati, anzi lo è stata la povera guardia giurata che per fare il proprio dovere a momenti ci lasciava la pelle. Il problema clandestini ormai sta prendendo una brutta piega. Gli episodi di violenza sono all’ordine del giorno. Le donne e gli uomini della Polizia di Stato e di tutto il Comparto Sicurezza ormai sembrano dei moderni Don Chisciotte che combattono quotidianamente contro i mulini a vento. Per uno che arrestiamo, ce ne sono molti altri che vengono scarcerati. Credo sia arrivato il momento di trovare soluzioni reali, leggi speciali, certezza della pena, prima che sia troppo tardi. Anche la cittadinanza comincia ad essere stanca di tutto ciò. Spero che lo straniero irregolare arrestato oggi possa essere al più presto espulso e rimandato al suo paese d’origine. Voglio esprimere i miei complimenti ai colleghi che si sono distinti per la brillante operazione alla stazione ferroviaria di Napoli, che grazie all’impegno comune, statistiche alla mano, è tra le più sicure d’Italia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento