rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Green pass falsi, condannati figlia e genero del boss di camorra Bosti

Luca Esposito dovrà scontare 5 anni e 6 mesi di carcere, Maria Bosti invece 4 anni e 10 mesi. Esclusa l'aggravante mafiosa per i reati di corruzione e falso

Aggravante mafiosa esclusa nell'ambito dell'indagine sui green pass e sui certificati per i tamponi falsi, ma c'è la condanna. La prima, era stata inizialmente contestata a Luca Esposito e Maria Bosti, rispettivamente genero e figlia del boss dell'Alleanza di Secondigliano Patrizio Bosti.

A prendere la decisione è stato il Gup di Napoli Fabrizio Finamore.

Entrambi gli imputati - difesi dagli avvocati Raffaele Chiummariello, Anna Ziccardi e Nicola Pomponio - sono stati quindi comunque condannati, al termine del processo celebrato con il rito abbreviato, per i reati di corruzione e falso.

Luca Esposito dovrà scontare 5 anni e 6 mesi di carcere, Maria Bosti invece 4 anni e 10 mesi. La richiesta della procura, per entrambi, era stata di nove anni di carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass falsi, condannati figlia e genero del boss di camorra Bosti

NapoliToday è in caricamento