Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Pianura

"In fin di vita": la storia di Giuseppina, investita e data alle fiamme dal marito

È accaduto ieri a Pianura. La donna è ricoverata all'ospedale Cardarelli con ustioni sul 50% del corpo. Per Vincenzo Carnevale, qualche precedente per contrabbando, si sono aperte le porte del carcere

Il luogo della tragedia

Lui, l'aggressore, è un uomo di 51 anni, e al termine di un lungo interrogatorio è stato sottoposto a fermo per tentato omicidio; lei, la moglie 52enne, si trova in pericolo di vita all'ospedale Cardarelli  con ustioni sul 50% del corpo. E' l'epilogo tragico dell' ennesimo dramma familiare che ha visto vittima una donna. Protagonista una coppia di coniugi partenopei: Vincenzo Carnevale, qualche precedente per contrabbando, e sua moglie Giuseppina Fraia.

Ancora tutti da decifrare i motivi che hanno indotto l'uomo, in preda a un raptus, a inseguire la donna, per poi investirla con l'auto prima di cospargerla di benzina e di darle fuoco: una sequenza violenta avvenuta in strada a Pianura davanti a numerosi presenti, visibilmente scossi.


LA VICENDA - Giuseppina Fraia presta servizio come colf e stava andando al lavoro quando il marito l'ha inseguita e l'ha investita con la sua Fiat Tipo procurandole lesioni interne. Ad assistere alla scena alcuni passanti che sono stati subito rassicurati dall' uomo. A loro ha giurato che non era sua intenzione investirla, ma che voleva solo parlarle, che l'avrebbe condotta in ospedale e che si sarebbe preso cura di lei. Ed invece, pochi metri dopo, l'escalation di violenza: Carnevale prima ha fatto scendere la moglie dall'auto tirandola per i capelli, poi l'ha cosparsa di benzina, quindi le ha dato fuoco. Una volta condotto in caserma, l'uomo non ha saputo dare spiegazioni al suo gesto lasciando credere che si sia trattato di un raptus. Già in passato tra i due c'erano stati degli episodi violenti, ma la donna non aveva mai trovato la forza di denunciare il marito. Rimane il mistero di un gesto così plateale e così violento, dietro il quale allo stato non sembra esserci una causa scatenante: il tutto sarebbe frutto di una forma di disagio, anche mentale, che l'uomo vive. Probabilmente alimentato anche dal fatto che da tempo è senza un lavoro. Giuseppina Fraia, madre di due figlie di cui una minorenne, lavora come domestica ad ore, è una donna conosciuta e benvoluta nel quartiere. Ora lotta tra la vita e la morte nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Per il marito, invece, si sono aperte le porte del carcere. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In fin di vita": la storia di Giuseppina, investita e data alle fiamme dal marito

NapoliToday è in caricamento