Rifondazione Comunista: "Vile aggressione al compagno Sgrò, figlio della consigliera Coccia"

Il 34enne pestato ieri in piazza Nicola Amore risponde al nome di Giuseppe Sgrò, "precario della cultura" e segretario cittadino di Rifondazione Comunista. "Sembra un'aggressione mirata", spiegano dal partito

(in foto Giuseppe Sgrò)

È un precario della cultura l'uomo aggredito ieri in piazza Nicola Amore, nel centro storico di Napoli. Il 34enne risponde al nome di Giuseppe Sgrò, e a rendere nota la sua identità è Rifondazione Comunista. Sgrò è segretario cittadino del circolo di Rifondazione. Scrivono dalla segreteria provinciale: "Nel pomeriggio di lunedì 15 Gennaio, nei pressi di Piazza Nicola Amore a Napoli, è stato aggredito da tre uomini adulti e incappucciati il compagno Giuseppe Sgrò, segretario del circolo cittadino di Rifondazione Comunista di Napoli. Sebbene sembrerebbe essere stata una rapina non andata a segno, le modalità somigliano a quella di un'aggressione mirata. Giuseppe, dopo esser stato accerchiato e bloccato alle spalle, è stato più volte colpito al volto davanti agli occhi attoniti passanti. Soccorso e condotto in ospedale dai VV.UU. ha subito una frattura del setto nasale e diverse escoriazioni. Al momento tutte le ipotesi sono al vaglio degli inquirenti". 

La segreteria di Rifondazione traccia poi il profilo di Giuseppe Sgrò: "Nato nel 1983, Giuseppe è un precario della cultura e impegnato come volontario nell’associazione di promozione culturale Divagi, occupandosi spesso di visite guidate e laboratori didattici. Esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà al compagno Peppe, alla sua compagna Rosa, al padre Enzo e a sua madre Elena Coccia, consigliere comunale della Città di Napoli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento