Lutto nell'Arma dei carabinieri: morto il maresciallo Giuseppe Marchese

Ha prestato servizio a Terzigno e a Torre Annunziata. Morto all'eta di 58 anni

Due comunità in lutto per la morte del maresciallo dei carabinieri Giuseppe Marchese. Nei giorni scorsi era stato colpito da un’ischemia cerebrale e trasportato in ospedale dove ancora era ricoverato quando è morto. Il militare dell'Arma aveva 58 anni e per 10 anni era stato comandante di stazione a Terzigno, dove risiedeva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo avere lasciato Terzigno, Marchese operava nella sezione rilievi della Scientifica di Torre Annunziata. Era apprezzato per la sua professionalità e la sua umanità. La notizia della sua morte ha gettato nello sconforto le sue comunità dove aveva prestato servizio nel corso degli ultimi anni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento