menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fincantieri, Bono: "Serve un piano duro ma coraggioso"

Il progetto, fa sapere l'amministratore delegato, "non mira al ridimensionamento dell'azienda, sebbene evidenzi molti esuberi. Mira piuttosto alla salvezza dell'azienda, e con essa al preservare gli uomini e le donne che vi lavorano"

"La situazione del mercato è tale che solo un piano duro ma coraggioso può assicurare un un futuro alla nostra impresa e confermarle la leadership che da anni le viene riconosciuta". Lo afferma l'amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono in una comunicazione ai vertici aziendali in cui viene illustrato il Piano industriale presentato ai sindacati.


Il progetto del Piano, prosegue Bono, "non mira al ridimensionamento dell'azienda, sebbene evidenzi molti esuberi. Mira piuttosto alla salvezza dell'azienda, e con essa al preservare" gli uomini e le donne che vi lavorano."È oggi in gioco la sopravvivenza non solo dell'azienda, ma dell'intero comparto navalmeccanico; per rilanciare entrambi si è reso necessario predisporre il Piano industriale" presentato ieri ai sindacati, spiega Bono nella comunicazione, evidenziando che "purtroppo le previsioni del carico di lavoro per i prossimi anni, ormai definito, evidenziano che l'insaturazione dei nostri cantieri, generata dalla crisi, si è evoluta da una situazione inizialmente congiunturale ad una situazione marcatamente strutturale".

"La crisi internazionale ha cambiato radicalmente l'intero comparto della cantieristica a livello mondiale, avendo come effetto finale e immediatamente visibile a tutti noi il drastico ridimensionamento degli ordinativi di nuove navi", prosegue Bono, sottolineando che "l'azienda ha reagito con forza per contrastare gli effetti della crisi, da un lato affrontando con strumenti congiunturali gli scarichi di lavoro, ma dall'altro perseguendo con tenacia nuove opportunità commerciali e avviando a tutto campo processi di efficientamento necessari a rafforzare la capacità di stare sul mercato con livelli di costi e qualità competitivi". "Voglio lanciare un appello a tutto il nostro personale, ai sindacati e alle istituzioni, affinché in uno spirito di responsabilità collettivo, si consolidi al più presto una visione comune sul futuro dell'azienda e si passi alla realizzazione del Piano industriale e dei cambiamenti indispensabili al mantenimento in vita e in salute di Fincantieri", conclude Bono, evidenziando che "ci aspettano tempi difficili e decisioni anche dolorose, ma continuiamo a credere che con il supporto dei nostri capi ne usciremo e ne usciremo più forti". (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento