menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strage di Secondigliano, Giulio Murolo tenta il suicidio in carcere

Il 49enne, che uccise 4 persone tra cui il fratello, la cognata ed un vigile e ne ferì altre 6, è stato trasferito da un'ambulanza del 118 all'ospedale Loreto Mare

Giulio Murolo, l'infermiere che il 15 maggio 2015 sparò all'impazzata nella sua abitazione e affacciandosi al balcone del suo appartamento in via Miano, ha tentato il suicidio in carcere.

Il 49enne, che uccise 4 persone tra cui il fratello, la cognata ed un vigile e ne ferì altre 6 con una raffica di proiettili, è stato trasferito da un'ambulanza del 118 scortata dalla polizia penitenziaria presso l'ospedale Loreto Mare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento