Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Terracina, in manette il boss latitante: era in vacanza

Giovanni Castiello è ritenuto un importante elemento del clan dei Moccia. Era ricercato da marzo per associazione mafiosa, estorsione, detenzione e porto illegale di armi

Carabinieri

Catturato il latitante Giovanni Castiello, 40enne di Afragola, ritenuto elemento di spicco del clan camorristico dei Moccia e referente del sodalizio malavitoso sull’area a nord della provincia di Napoli.
L’uomo era ricercato dal 12 marzo 2013: è ritenuto responsabile di associazione di tipo mafioso, estorsione e di detenzione e porto illegale di armi, insieme a 15 persone arrestate il 12 aprile scorso in un blitz dei carabinieri a Caserta.

Dopo lunghe indagini i carabinieri di Castello di Cisterna l’hanno individuato, seguendo i movimenti della cognata, in una villetta a di Terracina (località Lido Azzurro), dove hanno fatto irruzione. In casa c’erano il ricercato, la cognata e i tre figli di questa. Castiello non ha opposto resistenza né cercato di fuggire. Dai primi accertamenti risulta che avesse preso in fitto la villetta per tutta l’estate. L'uomo è stato condotto al carcere di Latina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terracina, in manette il boss latitante: era in vacanza

NapoliToday è in caricamento