rotate-mobile
Cronaca

Sbarcati i migranti nel porto sicuro di Napoli: tante le donne e i minori a bordo

Erano sulla Geo Barents, la nave di ricerca e soccorso di Medici Senza Frontiere

Sbarco dei 75 migranti dalla Geo Barents, la nave di ricerca e soccorso di Medici Senza Frontiere giunta in mattinata al porto di NapoIi. Sul posto personale della Asl Napoli 1 Centro per i primi controlli medici. Tante le donne e i minori non accompagnati a bordo.

I migranti soccorsi in mare saranno trasferiti nell'ex ospedale covid di Ponticelli e saranno poi trasferiti in diverse sedi.

geo1

Trapanese: "I migranti che possono costituire una grande risorsa per i nostri territori"

Questa mattina la nave Geo Barents è stata accolta nel porto di Napoli con 75 persone a bordo. Tra loro 35 minori non accompagnati, di età compresa tra i 14 e i 17 anni provenienti da paesi africani, che i servizi del Comune di Napoli stanno prendendo in carico e che, dopo un primo soggiorno l'Ospedale del Mare per i dovuti controlli, saranno ospitati in centri di accoglienza dedicati ai minori stranieri. Come nello sbarco precedente la sinergia tra Comune di Napoli, Prefettura, Questura, Asl , Croce Rossa e organizzazioni del Terzo Settore rende possibile un'accoglienza strutturata organizzata e adeguata. "Napoli si conferma una città accogliente e inclusiva, in cui il migrante non viene additato come problema ed emergenza ma come persona in condizione di grande fragilità che affronta viaggi costosi e pericolosi perché non ha alternative nel paese di origine" afferma l'Assessore Luca Trapanese. "L'amministrazione comunale sta lavorando dall'inizio ad ampliare e migliorare le strutture di accoglienza, ma soprattutto a progettare ed implementare servizi di orientamento, accompagnamento ed inclusione che valorizzino i migranti che possono costituire una grande risorsa per i nostri territori, le nostre imprese, la comunità tutta"

geo3 (1)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarcati i migranti nel porto sicuro di Napoli: tante le donne e i minori a bordo

NapoliToday è in caricamento