rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca San Ferdinando / Piazza dei Martiri

Guerra ai gazebo, FareAmbiente: "Altri posti di lavoro a rischio"

Pietro Braschi, coordinatore dell'associazione: "La politica ambientale di questa Giunta comunale è quantomeno strana. Chiediamo agli organi competenti di effettuare una attenta valutazione"

Il sequestro delle strutture ad alcuni noti bar cittadini? "La politica ambientale di questa Giunta comunale è quantomeno strana: ancora una volta va a colpire i commercianti napoletani con provvedimenti duri che mettono a repentaglio altri posti di lavoro in una città già ampiamente provata dal problema della disoccupazione,e non solo da quello": queste le parole di Pietro Braschi, coordinatore dell'associazione FareAmbiente.


"Dopo gli chalet della Villa comunale, ormai sul lastrico per lo scellerato provvedimento, è la volta dei bar, delle pizzerie e dei ristoranti ubicati nelle ztl o nelle isole pedonali, privati proprio nel periodo caldo dei tavolini esterni che, oltre a portare un incremento dell'attivita lavorativa, rappresentano un arredo gradevole e confortevole ed un ottimo biglietto da visita per i turisti". La richiesta, dunque: effettuare una attenta valutazione di tali provvedimenti "alla luce della situazione complessiva in cui versa il nostro settore ristorativo oltre ad accelerare il disbrigo delle pratiche per sanare e regolarizzare situazioni pendenti, già ripetutamente sollecitato a gran voce, oltre che di rispettare le sospensive disposte dal Tribunale amministrativo, laddove esistenti, nel pieno rispetto delle competenze specifiche, senza creare ulteriori danni". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra ai gazebo, FareAmbiente: "Altri posti di lavoro a rischio"

NapoliToday è in caricamento