rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Cronaca

Gay cacciato di casa: riceverà l'assegno di mantenimento dai genitori

"Anche se maggiorenne non ha raggiunto l’indipendenza economica e pertanto risulta beneficiario della assegnazione della casa familiare"

E' stata emessa un'odinanza in favore di Francesco, uno dei due ragazzi del napoletano che qualche settimana fu cacciato di casa con il proprio fidanzato.

Il giudice ha stabilito che i genitori dovranno versare al ragazzo ogni mese un assegno di mantenimento. Il caso è salito alla ribalta mediatica anche dopo le dichiarazioni di Malgioglio nella casa del Grande Fratello Vip. L’avvocato Salvatore Simioli dello Sportello Legale di Arcigay Napoli si è costituito come difensore del ragazzo nella causa di separazione giudiziale dei genitori davanti al Tribunale di Napoli Nord.

Francesco, appena divenuto maggiorenne, è stato messo fuori la porta dalla madre nonostante il Tribunale avesse assegnato la casa alla madre come affidataria dei figli. Nell’ordinanza si legge che “il figlio Francesco, anche se maggiorenne non ha raggiunto l’indipendenza economica e pertanto risulta beneficiario della assegnazione della casa familiare in quanto e se convivente con la madre; e che pertanto non risulta data piena esecuzione all’ordinanza presidenziale”, che riconosceva il diritto anche di Francesco di vivere nella casa familiare.

In sostanza, il giudice ha stabilito che i genitori versino al ragazzo ogni mese un assegno di mantenimento, ma non si è espresso sul garantire a Francesco un legame affettivo con la sorella più piccola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gay cacciato di casa: riceverà l'assegno di mantenimento dai genitori

NapoliToday è in caricamento