rotate-mobile
Cronaca

Covid, Galli preoccupato: "A Napoli situazione esplosiva". In un appello l'estremo tentativo per evitare lockdown

L'infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano spiega perché secondo lui la situazione è così difficile e bisogna intervenire immediatamente in modo più deciso di quanto non stiano facendo i recenti Dpcm

Non usa mezzi termini l'infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano Massimo Galli: intervistato dal Fatto Quotidiano, definisce la situazione, "specialmente a Milano e Napoli", "esplosiva" in fatto di contagi da Coronavirus.
Secondo l'infettivologo serve "intervenire presto, per evitare il punto di non ritorno". Per Galli le misure contenute negli ultimi due Dpcm non sono sufficienti: "Occorre agire adesso, con misure energiche ma ancora sostenibili".

Da lui viene anche un appello alle istituzioni, firmato anche da altri esponenti del mondo della medicina, perché si intervenga così da evitare nuovi lockdown. Nel testo si sottolinea che "solo immediati provvedimenti rigorosi circoscritti agli ambiti territoriali più critici possono evitare in un prossimo futuro generalizzati provvedimenti restrittivi di difficile sostenibilità".
"Tutti coloro che possono lavorare o studiare da casa - prosegue il documento - siano messi nelle condizioni di farlo da subito; nelle aree in cui non fosse possibile gestire in modo adeguato i trasporti si attui subito la didattica a distanza per scuole superiori e università; si valuti rapidamente ove necessario il blocco delle attività ludiche e ricreative, in aggiunta agli stop già decisi e alla massiccia attivazione dello smart working".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Galli preoccupato: "A Napoli situazione esplosiva". In un appello l'estremo tentativo per evitare lockdown

NapoliToday è in caricamento