Parco della Gaiola preso d'assalto dai bagnanti, Borrelli: "Situazione critica"

Boom di presenze nella giornata del 25 aprile, il consigliere regionale: "Regolamentare i flussi d'accesso all'area"

"L’area marina protetta del Parco della Gaiola è stata letteralmente presa d’assalto da centinaia di bagnanti che hanno affollato ogni angolo disponibile della spiaggia e degli scogli. La situazione sta diventando insostenibile e rischia di mettere a rischio l’intera area protetta a causa dell’inciviltà di alcuni frequentatori che lasciano immondizia di ogni genere a fine giornata". Questo l'allarme lanciato dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli dopo la giornata del 25 aprile.

"A peggiorare la situazione - prosegue Borrelli - c’è anche lo scarico fognario che continua a sversare in acqua liquami proprio dove fanno il bagno le persone. Occorre regolamentare i flussi di accesso all’area e provvedere con la massima rapidità a risolvere il problema dello scarico nell’interesse dei cittadini che la frequentano e dei sacrifici fatti per ottenere il parco marino protetto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento