Ercolano, il dramma di Gaetano in diretta tv: "Picchiato senza motivo, mi hanno ridotto così"

Il giovane di 22 anni racconta la sua odissea a Barbara D'Urso su Canale 5: "Mi hanno inseguito fin nella stazione di Pompei, mi hanno rotto lo zigomo e rubato l'orologio. Non li conosco"

(Gaetano in diretta tv questo pomeriggio a Canale 5)

Ha il volto tumefatto Gaetano, il 22enne di Ercolano aggredito la notte del 29 novembre a Pompei, inseguito da un gruppo di quattro persone fin nella stazione della circumvesuviana di Pompei - Villa dei Misteri. Gaetano ha raccontato la sua epopea a Barbara D'Urso nel corso della trasmissione in onda ogni pomeriggio su Canale 5, in diretta dalla sua casa e in compagnia dei suoi familiari. "Io non li conosco", ha spiegato Gaetano, "mi hanno inseguito e cominciato a picchiare, mi dicevano 'Nunn 'o ffa' cchiù', ma io non li ho mai visti. Sono entrato nella stazione ma il bigliettaio mi diceva di uscire fuori. Mi hanno raggiunto e mi hanno preso a pugni e calci, mi hanno rotto lo zigomo". 

Il ragazzo è stato operato per ridurre la frattura allo zigomo. In diretta tv ha detto: "Spero che chi sa qualcosa parli. Potevo anche morire quella sera". Proseguono intanto le indagini dei Carabinieri, che a quanto pare starebbe vagliando anche le immagini di videosorveglianza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento