Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il capo della Polizia: "A Napoli ancora troppi omicidi di camorra"

Franco Gabrielli ha inaugurato la nuova sala operativa della Questura partenopea: "Qui i morti ammazzati non diminuiscono come nel resto del Paese. Colpa delle guerre tra clan"

 

"In un Paese in cui gli omicidi diminuiscono, esistono ancora sacche di criminalità in controtendenza. Napoli è una di queste ed è una realtà che merita la massima attenzione". Queste le parole del capo della Polizia Franco Gabrielli, a Napoli per l'inaugurazione della nuova Sala operativa della Questura. 

Il quartier generale ha già cominciato a lavorare nel periodo delle Universiadi e la visita di Gabrielli sancisce l'inizio dell'attività regolare. Alla presenza del cardinale Crescenzo Sepe, del prefetto Carmela Pagano e del questore Alessandro Giuliano, è stato mostrato il funzionamento della centrale, dotata di monitor collegati con le telecamere di videosorveglianza presenti in città. 

"L'obiettivo è quello di dotare la Questura di Napoli di tutti gli uomini necessari. Gli omicidi nel Napoletano calano meno che in altri zone d'Italia perché qui ci sono guerre tra organizzazioni criminali. Questo territorio deve essere costantemente monitorato. Da dicembre e aprile ci sarà l'assunzione di nuovo personale e, chiaramente, anche la città ne trarrà beneficio. Quello che voglio dire al nuovo Governo è che la Polizia non ha bisogno di interventi straordinari una tantum, ma di una programmazione costante che possa permetterci di fare gli investimenti necessari a garantire la sicurezza dei cittadini".

Non è mancata una frecciata all'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini: "Non mi sono sentito offeso quando indossava le maglie della polizia, lo faceva per sentirsi parte integrante. Però, un ministro dell'Interno, che è l'unica autorità di pubblica sicurezza, vertice politico della Polizia, non ha bisogno di una t-shirt per riaffermare questa sua funzione. Così facendo si immagina che i cittadini siano una banda di idioti, che hanno bisogno di una t-shirt, di un vessillo per riaffermare una cosa di questo genere". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento