rotate-mobile
Cronaca Poggioreale

Scuola chiusa, rubano il materiale per la didattica a distanza. La telefonata del ministro

Malviventi si sono introdotti nella 'Radice Sanzio Ammaturo' di Poggioreale. Dopo una lettera della dirigente scolastica, questa è stata contattata dal ministro sulla vicenda

Non soltanto la pandemia con la chiusura e la didattica a distanza. Nella notte tra il 28 e il 29 ottobre, l'Istituto Comprensivo 'Radice Sanzio Ammaturo' di Poggioreale ha subito un furto. I rapinatori sono riusciti a portare via trentatré notebook, un televisore, una decina di tablet e un video proiettore. Materiale che sarebbe stato distribuito tra gli alunni svantaggiati per permettere a tutti di seguire le lezioni a distanza.

"Quelle risorse ci servivano per raggiungere i nostri alunni - ha spiegato la dirigente dell'Istituto Filomena Nocera - ma ora non possiamo abbatterci. Dobbiamo rimboccarci le maniche e trasformare questo episodio in qualcosa di positivo per ripartire subito".

È quanto tra l'altro aveva scritto anche in una lettera inviata al ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina subito dopo l'accaduto. Ed è per quella lettera che il ministro l'ha contattata telefonicamente. "Ha voluto esprimere la sua vicinanza e il suo dolore per quanto successo - racconta ancora la dirigente - è stato molto emozionante, essere circondati dalle attenzioni del ministero e del ministro ci ha portato una ventata di fiducia. Ora siamo ancora più uniti".

"Nel quartiere vivono insieme famiglie di ceti sociali differenti, ma la nostra comunità è solida - conclude la dirigente - ora dobbiamo potenziare la sicurezza dei nostri edifici e lavorare ancora per avere supporti e strumentazioni da affidare ai nostri alunni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola chiusa, rubano il materiale per la didattica a distanza. La telefonata del ministro

NapoliToday è in caricamento