rotate-mobile
Cronaca Somma vesuviana

Noto ristorante nel mirino dei ladri: "Due furti in due giorni". Le immagini diventano virali

Il proprietario ha espresso tutta la sua rabbia sui social

Napoli e provincia sono sotto l’attacco costante di ladri e rapinatori. La denuncia di un imprenditore di Somma Vesuviana, titolare di un’attività ristorativa, mette in evidenza le difficoltà di chi, dopo l’emergenza covid ed il caro bollette, deve fare i conti con i continui furti: “Sono un giovane imprenditore di Somma Vesuviana, ho i miei 28 anni compiuti da poco. Ti giro qualche foto, così forse riesco a rendere idea di ciò che noi commercianti stiamo vivendo. Passa la pandemia, passano i problemi quotidiani, passano i problemi legati all’energia elettrica dove siamo stati piegati in due senza essere aiutati.

Ora ci ritroviamo ad essere derubati due giorni di fila, prima alle auto e poi al nostro esercizio commerciale. Sono giovane e ho tanto da lavorare ancora, soprattutto lavorare duro. Lo Stato poi non aiuta, non aiuta ad andare avanti con scarsa presenza in tutto. Un ragazzo a 28 anni, dopo 6 anni di attività, non dovrebbe mai pensare che l’unica strada da prendere è la chiusura della propria attività. Ci sentiamo sempre più soli.”, racconta in una segnalazione al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

“Da tempo denunciamo la piega che sta prendendo la situazione nella nostra terra dove criminali e delinquenti la fanno da padrone agendo indisturbati. Cittadini, commercianti e negozianti non ne possono più. Presto nessuno più avrà voglia di vivere qui né tantomeno di investirci. Urgono provvedimenti, urge un nuovo piano sicurezza che possa restituire a tutti il sonno e soprattutto la voglia e la forza di far crescere il territorio.”, ha detto Borrelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noto ristorante nel mirino dei ladri: "Due furti in due giorni". Le immagini diventano virali

NapoliToday è in caricamento