menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"San Michele Arcangelo" rubato da edicola votiva: l'opera ritrovata a Sorrento

Dopo il sequestro, l'opera verrà ricollocata dove è stata rubata

Un prezioso pannello, risalente al XVII° secolo, della misura di 130x80 cm raffigurante “San Michele Arcangelo”, composto da 14 maioliche, sarà restituito il 16 gennaio alle ore 10.30 nella sede del Comune di Contrada (AV) dal Comandante del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale di Napoli, Maggiore Giampaolo Brasili, al Sindaco Pasquale De Santis. Alla restituzione, che avverrà nel rispetto della normativa anti-Covid, sarà presente anche Antonio Iannacone, Sindaco di Contrada all’epoca del furto, insieme ad autorità locali e studiosi d’arte.

L'opera è stata ritrovata a Sorrento

Nel corso di un’ispezione dei registri commerciali di un rivenditore di Sorrento, nell’ambito della costante azione di controllo amministrativo effettuata sulle attività del settore dell’antiquariato, l’attenzione dei Carabinieri si è soffermata su un’operazione, regolarmente inserita nel registro di Pubblica Sicurezza, che riportava la seguente descrizione “pannello maiolicato composto da 15 maioliche e di cui una mancante, raffigurante San Michele Arcangelo”. Nonostante l’operazione di compravendita fosse datata aprile 2014, stesso mese del furto, i militari sono riusciti a identificare l’ultimo possessore, anch’egli titolare di un esercizio di Sorrento, al quale è stata sequestrata l’opera.

Trafugata da un'edicola votiva

La comparazione delle immagini dell’opera con quelle contenute nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, gestita dal Comando TPC, ha consentito di identificare l’opera trafugata, che all’epoca del furto era collocata all’interno di un’edicola votiva di Contrada e di cui era rimasta la sola maiolica ove era impressa la provenienza. Il recupero del pannello di “San Michele Arcangelo“ è stato reso possibile dalla collaborazione tra la Procura della Repubblica di Torre Annunziata (NA), il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale e gli organi centrali e periferici dello Stato. Ancora una volta questa sinergia ha permesso di restituire alla collettività un’opera ormai ritenuta perduta e al territorio un importante tassello della sua storia e della sua cultura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Vitamina E, Covid e sesso. Cosa sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento