Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Rubato il contrassegno per disabili dall'automobile di un non vedente

La vettura di Giacomo Pietoso, in passato già vittima di una vile aggressione da parte di persone mai individuate, era in sosta sui posti riservati ai disabili nel parcheggio di un centro commerciale. Asia Maraucci de 'La Battaglia di Andrea': "Dove sono le Istituzioni e gli organi preposti? Non c'è assolutamente tutela per Giacomo e per chi subisce tutto ciò"

Sottratto il contrassegno dei disabili dall'automobile che serve ad accompagnare Giacomo Pietoso, non vedente che fu sparato ad Acerra con pistole ad aria compressa, da gente che purtroppo non è stata mai trovata.

"Ormai è tutto uno schifo, sono stato aggredito e nessuno è stato in grado di aiutarmi trovando i colpevoli, solo titoli di giornali e tanta apparenza - queste le parole di Giacomo - ad oggi, accanto a me, c'era allora e c'è ancora solo La Battaglia di Andrea, per il resto, spenti i riflettori, è finita la passerella".

"Prima l'aggressione nella sua città, poi adesso il furto del contrassegno H dal veicolo in un parcheggio di un centro commerciale tra Acerra ed Afragola, ma come si può vivere senza tutela e sicurezza? - dichiara Asia Maraucci, presidente de 'La Battaglia di Andrea' - dove sono le Istituzioni e gli organi preposti? Non c'è assolutamente tutela per Giacomo e per chi subisce tutto ciò! Solo un caso o una persecuzione per quest'uomo o per i disabili in generale? Speriamo che questa volta chi di dovere agisca!".

In auto secondo Giacomo erano presenti oggetti di valore, come occhiali e qualche decina di euro, il ladro invece, ha portato via solo il contrassegno H, lasciando probabilmente intendere che il suo obiettivo era solo quello, se così fosse, sarebbe una cosa molto grave. L'auto era regolarmente parcheggiata sui posti riservati ai disabili all'interno del parcheggio del centro commerciale Le Porte di Napoli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubato il contrassegno per disabili dall'automobile di un non vedente

NapoliToday è in caricamento