Luigi Sepe, topi d'appartamento a casa del portiere del Napoli

È stata la moglie del calciatore (di ritorno dal prestito al Parma) a darne notizia sui social

Brutta disavventura per Luigi Sepe, portiere il cui cartellino è di proprietà del Napoli e che ha giocato l'ultima stagione in prestito al Parma.

Il calciatore si è visto il suo appartamento di Napoli svaligiato da una banda di ladri. A darne notizia sui social è stata la moglie dello stesso Sepe, Annalaura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Avete visto mai dei ladri – ha scritto la donna – entrare in casa e preparare le tue valige con le tue cose? Profumi, scarpe, borse, vestiti, oro, io sono schifata. Una cosa è certa: molte cose vi sono rimaste in gola perché non avete avuto il tempo e poi perché pensavate di trovare altro. Voi poi, per il resto dovete morire!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di De Luca: "Misure drastiche. Si blocca la movida"

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 28 settembre al 2 ottobre: tra proposte di matrimonio e figli legittimi e non

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

  • Elettra Lamborghini: con Napoli è vero amore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento