rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
L'arresto

Furto in un'azienda alla Riviera di Chiaia: trovato il responsabile

Era insieme a un complice non ancora identificato

Venerdì scorso la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta del Pubblico Ministero, nei confronti di un uomo, classe ’63, per il reato di furto aggravato. Risultano acquisiti gravi indizi di colpevolezza per ritenere che il destinatario del citato provvedimento restrittivo, nella notte del 15 dicembre 2022, si era introdotto presso la sede della società “USMEN” e della Fondazione “Salvatore” ubicata a Napoli a via Riviera di Chiaia, asportando materiale tecnico-scientifico, in parte storico, per un valore complessivo di circa 25mila euro, nonché medaglie, spille ed accessori di alto valore, attesa la notevole valenza storica.

Le indagini condotte dagli agenti della Squadra Mobile di Napoli nell’immediatezza dei fatti, in particolar modo attraverso l’analisi delle immagini estrapolate da alcuni sistemi di videosorveglianza, hanno permesso di individuare l'uomo, già con precedenti specifici, quale autore del furto insieme a un complice allo stato non identificato. Difatti, tutto il materiale rubato è stato rinvenuto presso la sua abitazione, insieme agli indumenti indossati durante l’azione delittuosa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in un'azienda alla Riviera di Chiaia: trovato il responsabile

NapoliToday è in caricamento