Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Rubavano auto nel napoletano e le immatricolavano di nuovo a Pavia: scoperta la banda

In totale 13 persone, una - un commerciante pavese - è stata arrestata, gli altri dodici sono tutti napoletani indagati in stato di libertà

La Polizia Stradale di Piacenza ha segnalato alla Procura della Repubblica di Pavia e Napoli 13 persone, nell’ambito di un’indagine finalizzata al contrasto di furti, ricettazione e riciclaggio di autoveicoli. L'indagine prende le mosse da una serie di furti di auto commessa nel napoletano tra il 2017 e il 2019. Nella rete dei ladri erano finite circa 20 auto. Il gruppo produceva poi falsa documentazione che veniva presentata agli uffici della Motorizzazione civile di Pavia. Qui la banda otteneva la reimmatricolazione ed era a quel punto vendere le automobili, che finivano in Emilia Romagna.

Una persona è stata arrestata, a Palermo: si tratta di un commerciante pavese che si era trasferito in Sicilia. Altri dodici, tutti con precedenti e residenti tra Napoli, Scampia e Secondigliano, sono indagati in stato di liberta’, in concorso con altri. Le accuse sono di riciclaggio, ricettazione, falsita’ materiale ideologica e distruzione di atti, oltre a quella di aver indotto in errore Pubblici Ufficiali all’atto dell’immatricolazione di veicoli con falsa documentazione estera. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubavano auto nel napoletano e le immatricolavano di nuovo a Pavia: scoperta la banda

NapoliToday è in caricamento