San Vitaliano, furbetti del cartellino negli uffici comunali

La scoperta dei carabinieri, che hanno eseguito due misure cautelari

A San Vitaliano, i carabinieri della locale stazione hanno eseguito due misure cautelari emesse dal Gip del Tribunale di Nola.
Desitinatari, altrettanti dipendenti comunali del posto, entrambi incensurati.

I due, un 65enne e un 57enne rispettivamente impiegati nell’Area Politiche Sociali e nei Servizi Cimiteriali del comune di San Vitaliano, sono ritenuti responsabili di assenteismo, truffa aggravata e falsità commessa da pubblico ufficiale.

Secondo le risultanze dei militari i due dopo aver timbrato il cartellino si sarebbero diverse volte allontanati dal luogo di lavoro senza autorizzazione, questo per fare spesa o semplicemente passeggiare.

Ripresi da immagini di videosorveglianza e pedinati dai carabinieri durante le loro “uscite”, i due sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

Torna su
NapoliToday è in caricamento