Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Furbetti al Cardarelli, Verdoliva: "Troppe falle nell'Asl Napoli 1"

 

"Il problema dell'Asl Napoli 1 è l'enorme quantità di problemi di cui soffre. Quando ho preso l'incarico di commissario non mi aspettavo fosse così complesso". Ciro Verdoliva, commissario dell'Asl Napoli 1, commenta così i 62 avvisi di garazia consegnati ad altrettanti dipendenti dell'Ospedale Cardarelli di Napoli. 

Lavoratori che, secondo le indagini della Procura, rientrerebbero nella triste definizione di furbetti del cartellino. La storia è pressoché identica ad altri fatti analoghi: gli impiegati sono stati pizzicati dalle telecamere installate dalla polizia mentre marcavano con i beidge per poi lasciare l'ospedale e dirigersi altrove, lasciando scoperto il posto di lavoro. 

"Dobbiamo viverla come una bella notizia - afferma Verdoliva - soprattutto per la stragrande maggioranza dei lavoratori che rispetta gli orari e che si impegna con abnegazione". Difficile, però, immaginare che nessuno dei superiori si sia mai accorto dell'assenteismo di decine di persone: "E' vero - prosegue il commissario - probabilmente per superficialità o per altri motivi a qualcuno è sfuggito questo malcostume. L'aspetto positivo è che la denuncia sia partita dai vertigi del Cardarelli e solo grazie ad essi siamo riusciti a scoprire quanto accadeva". 

I 62 presunti furbetti dovranno sottoporsi al giudizio non solo della Procura, ma anche del Consiglio di disciplina interno all'Ospedale. Per loro, qualora le indagini dovessero confermare i capi d'accusa, potrebbe prospettarsi il licenziamento. Questa è solo l'ultima delle grane che Ciro Verdoliva ha dovuto affrontare da quando ricopre l'incarico di commissario straordinario dell'Asl Napoli 1.

Formiche nei reparti, furbetti del cartellino, esercizio abusivo della professione, infiltrazioni camorristiche sono solo alcune delle criticità della sanità napoletana portate alla luce negli ultimi mesi: "Ero cosciente che si sarebbe trattato di un compito delicato - conclude il dirigente - ma non mi aspettavo una tale quantità di problematiche. Mi conforta l'aver trovato uno staff di persone che con me vuole ripulire l'Asl Napoli 1 e farla tornare un faro per la comunità". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento