rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

"Fuori i fascisti dall'università". Il ministro Sangiuliano contestato alla Federico II|VIDEO

Presenti forze dell'ordine in assetto antisommossa

Sono stati bloccati e spinti via da un ingente cordone di forze dell'ordine in assetto antisommossa all'ingresso del loro ateneo gli studenti che stamattina volevano affiggere uno striscione all'interno della Federico II contro il ministro dei beni culturali Gennaro Sangiuliano, presente in facoltà per una lectio magistralis sulla cultura di massa con l'introduzione del rettore federiciano Matteo Lorito. "Crediamo che il rettore stia mettendo in campo un'operazione vergognosa, dando spazio all'interno della Federico II agli esponenti del governo più a destra della storia della Repubblica, è questa l'università che vogliamo?", si domandano gli studenti in una nota. "Gennaro Sangiuliano non soltanto è un rappresentante della destra più estrema e vile che questo paese abbia mai conosciuto, è anche quello che ha promosso più di altri il decreto così detto "ecovandali", ci domandiamo che cosa ne sarà dei monumenti che il ministro dice di voler tutelare quando la crisi climatica si paleserà in tutti i suoi drammatici aspetti, come è accaduto e sta accadendo ora in Emilia Romagna", continuano gli attivisti durante la contestazione all'ingresso della sede centrale.

Presenti alla contestazione Fridays For Future Napoli, Lea ClimaX, Link Napoli, Mezzocannone Occupato, Ex Opg, Animal Save insieme ai comitati di Napoli Est schierati contro la costruzione del deposito di Gas naturale liquefatto a San Giovanni a Teduccio, sulla cui costruzione l'ultimo ok spetta proprio alla soprintendenza in rappresentanza del dicastero presieduto da Sangiuliano.

Restauro Maschio Angioino

"Nei grandi progetti finanziati dal MiC includeremo, come mi è stato chiesto dal sindaco di Napoli, il restauro del Maschio Angioino, che dopo gli interventi fatti anni fa si è un po' degradato". Lo ha annunciato il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, nel corso della lectio magistralis "Cultura di massa e politica culturale" che ha tenuto nell'Aula Pessina del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. "Io ritengo che questo sia uno dei migliori atenei al mondo, e non lo dico con retorica o per volermi accattivare la platea, lo dico con grande consapevolezza. Da giornalista - ha aggiunto Sangiuliano - ho girato tantissime università, anche università che sono famose e celebri nei ranking internazionali, ma il livello di questa università credo che sia un livello che debba essere nell'orgoglio di questa città e di coloro i quali l'hanno frequentata. Siate orgogliosi di quello che rappresenta nella cultura nazionale questo ateneo, che ha laureato centinaia di studiosi di rango internazionale di varie discipline. E' anche l'ateneo che ha laureato tre Presidenti della Repubblica, Enrico De Nicola, Giovanni Leone e il Presidente Giorgio Napolitano a cui va il mio deferente e affettuoso saluto", ha poi spiegato il ministro.

Albergo dei Poveri

"Siamo impegnati con il progetto dell'Albergo dei Poveri dove ci sono ben 148 mln di risorse: una massa finanziaria enorme che può consentire finalmente di creare un grande hub culturale in cui l'università di Napoli dovrà avere un ruolo da protagonista. Tra poco saranno pronti anche i lavori dei Girolamini. Riformeremo poi il Sistema Museale: i musei del Vomero - il Museo di San Martino, Castel Sant'Elmo e la Floridiana - diventeranno un Polo museale autonomo, con un suo direttore, un suo staff e una sua organizzazione", ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fuori i fascisti dall'università". Il ministro Sangiuliano contestato alla Federico II|VIDEO

NapoliToday è in caricamento