rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca

La funicolare di Chiaia aprirà non prima del 2024, Manfredi: "Abbiamo affrontato grandi difficoltà"

I motivi dei ritardi e l'attribuzione delle deleghe dopo l'addio di Mancuso

"Adesso soffriamo per la chiusura della funicolare di Chiaia. Scaduto il tempo dell'autorizzazione tecnica si è arrivati con 5 anni di proghe, con due gare avviate ed entrambe andate deserte perché prezzi non adeguati al mercato. Abbiamo affrontato grandi difficoltà: trovare soldi per questa manutenzione straordinaria che richiede fondo di bilancio; rimodulazione per un importo di 9 milioni per solo le parti elettromeccaniche. L'altro problema che ci siamo posti, dopo le due gare deserte, è che ci fosse un organismo che ha certificato il quadro economico e il progetto", ha spiegato oggi in conferenza stampa Gaetano Manfredi, alla presenza dell'assessore Edoardo Cosenza. Secondo le previsioni, la funicolare di Chiaia dovrebbe riaprire non prima del 2024.

Revisione ventennale della Funicolare di Chiaia 2017-2023

Il sistema di funicolari di Napoli è di proprietà dell’Amministrazione ed è gestito, per la conduzione e la manutenzione ordinaria, dalla società A.N.M. Le funicolari necessitano, per obbligo di legge, di manutenzione ciclica ventennale per conseguire il rinnovo del nulla osta ministeriale per la prosecuzione dell’esercizio pubblico. 

L'impianto di Chiaia è stato il primo tra le quattro funicolari della città ad entrare in funzione, il 15 ottobre 1889. Collega Via Cimarosa nel quartiere Vomero (nodo di interscambio con la Linea 1 metropolitana) con il quartiere Chiaia (interscambio con la Linea 2 metro). In origine l'impianto fu progettato per la trazione a vapore, nel 1900 viene introdotta l'elettrificazione della linea.

Il percorso si estende su una lunghezza di circa 500 metri, con quattro fermate e una pendenza costante del 29%. In linea due treni di due vetture ciascuno con capacità massima di 300 passeggeri. In media utilizzano il servizio circa 15mila passeggeri nei giorni feriali e 5.000 in quelli festivi.

29 settembre 2017 è scaduto il N.O.T. Nulla Osta Tecnico rilasciato dalla USTIF per le parti elettromeccaniche della funicolare di Chiaia; occorre la revisione ventennale obbligatoria; l’Amministrazione comunale dell’epoca ha chiesto una prima proroga fino al 30 settembre 2018; poi una seconda fino al 30 settembre 2019. Il tutto senza alcuna realizzazione.

Nel settembre 2019 l’Amministrazione dell’epoca ha chiesto la terza proroga all’Ente nazionale proposto alla sicurezza ferroviaria (all’epoca Ustif, oggi Ansfisa) e il 30 settembre 2019  ANM ha trasmesso il progetto definitivo dei lavori, delle opere e delle prestazioni necessarie alla revisione trentennale, per un importo complessivo pari a 4.727.191 euro;

6 agosto 2020 la Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo; il 2 novembre 2020 è stata approvata la documentazione di gara di appalto; il 25 novembre 2020 è stata pubblicata la gara di appalto; nel frattempo è stata chiesta e concessa una quarta proroga all’Ustif.

27 gennaio 2021 nella fase della prima seduta pubblica di gara è emerso che non era pervenuta alcuna offerta;

24 marzo 2021 il progettista ha comunicato che a seguito dell’emergenza Covid-19 occorreva attualizzare il progetto del marzo 2019; pertanto l’Amministrazione ha chiesto ad ANM la revisione del progetto;

6 maggio 2021 ANM ha trasmesso al Comune il progetto definitivo per la Revisione generale ventennale ed ammodernamenti tecnici per un importo complessivo da quadro economico pari a 7.290.554 euro;

29 luglio 2021 la Giunta Comunale ha approvato il progetto;

13 agosto 2021 è stata approvata la documentazione di gara d’appalto per l’affidamento della progettazione esecutiva e la realizzazione, prevedendo l’indizione di gara aperta da aggiudicarsi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo;

25 agosto 2021 è stata pubblicata la gara; nei tempi è pervenuta una sola istanza di partecipazione da parte di un operatore economico;

A settembre 2021 è stata chiesta e concessa la quinta proroga, in via del tutto eccezionale.

A ottobre 2021 subentra la Giunta Manfredi.

Il 6 dicembre 2021 l’unico operatore economico che ha presentato istanza è stato escluso per aver formulato un’offerta economica inammissibile in quanto il prezzo proposto superava (ampiamente) l’importo a base di gara;

6 maggio 2022 sono stati invitati operatori economici del settore affinché gli stessi formulassero offerta (cosiddetta trattativa privata). All’esito della procedura di invito solo un operatore ha presentato offerta, dichiarata successivamente irricevibile; l’Amministrazione Manfredi avvia una interlocuzione con tutte le Istituzioni per ottenere un adeguato finanziamento.

Il 30 settembre 2022 terminano le proroghe chiusura per manutenzione ventennale dopo cinque eccezionali successive proroghe, dal settembre 2017. Le condizioni di sicurezza dopo 25 anni di esercizio non erano più accettabili.

1° ottobre 2022 fermo temporaneo della funicolare di Chiaia. Le analisi di traffico passeggeri effettuata da ANM mostrano che del totale dei 15.000 utenti giornalieri, poco meno di 5.000 cittadini attualmente utilizzano la navetta sostitutiva predisposta, mentre poco più di 10.000 utilizzano la funicolare centrale.

Le condizioni mondiali del mercato e gli interventi normativi intervenuti sul caro prezzi hanno imposto, prima, di procedere ad indire nuova procedura di gara, la rivalutazione economica del progetto per adeguarlo ai prezzi 2022. Conseguentemente la ANM è stata invitata ad eseguire una consultazione di mercato, ad aggiornare la parte economica del progetto e a individuare quelle opere prioritarie da realizzare per garantire la revisione ventennale, differendo i miglioramenti tecnici che ancorché inseriti nel progetto generale non sono obbligatori per legge e ciò al fine di poter avviare prioritariamente le gare sulla parte interessata dalla revisione ventennale.

Nelle more, considerando che l’opera di manutenzione non è risultata non essere finanziabile con fondi ministeriali o con fondi POR Fesr, l’Amministrazione ha avviato una interlocuzione con la BEI per ottenere il finanziamento, con una complessa manovra finanziaria rimodulando il piano degli investimenti di cui al contrato di prestito già sottoscritto per far fronte ai notevolissimi maggiori importi derivanti dall’aggiornamento economico.

Il 10 novembre 2022 è stata sottoscritta la modifica contrattuale BEI e sono state assegnate da parte della BEI maggiori risorse che consentono di garantire la copertura finanziaria complessiva 

30 dicembre 2022 la ANM ha trasmesso l’aggiornamento economico del progetto prevedendo le sole opere elettromeccaniche da eseguire obbligatoriamente per conseguire la revisione ventennale. 

11 gennaio 2023 a seguito di istruttoria dell’Amministrazione la ANM ha prodotto le integrazioni richieste in uno al rapporto di asseverazione economica rilasciata dalla società ISARail SpA, nota e specializzata nel settore, incaricata da ANM per l’aggiornamento del prezzo e ciò al fine di garantire la persistenza delle condizioni economiche in fase di gara.

Il valore dell’intervento, compreso di somme a disposizione e IVA è pari a 8.909.134,84 euro come da quadro economico. Cioè le sole opere elettromeccaniche superano ampiamente la somma messa a disposizione dalla precedente Amministrazione. Le somme sono integralmente coperte dalla Banca Europea di Investimento.

Il 19 gennaio 2023 la Giunta Manfredi ha approvato il progetto, che andrà in gara nelle prossime settimane.

“Con la delibera odierna” ha dichiarato l’Assessore Cosenza “la Giunta approva la revisione del progetto definitivo, redatto da A.N.M. S.p.A., dei lavori, delle opere e delle prestazioni necessarie per la revisione generale ventennale della funicolare di Chiaia. A differenza del precedente appalto sono state stralciate le opere civili e confermate le sole opere elettromeccaniche necessarie alla revisione. L’Amministrazione Manfredi ha reperito le risorse necessarie attraverso la Banca Europea Investimenti”.

“Obiettivo dell’Amministrazione è” ha continuato l’assessore Cosenza “garantire la riapertura in sicurezza della funicolare di Chiaia superando i motivi ostativi che ne hanno impedito fin ad oggi la realizzazione. E’ per questo che l’Amministrazione si è avvalsa della consulenza di una società leader nella valutazione di sicurezza dei sistemi ferroviari, la ISARail SpA, al fine di rassicurare il mercato sul valore economico-finanziario dell’appalto, con apposito rapporto di asseverazione, tenendo conto delle condizioni mondiali del mercato e degli interventi normativi intervenuti sul caro prezzi”.

Dimissioni Mancuso

Sul sostituto di Paolo Mancuso, assessore all’Ambiente che lascia dopo 16 mesi la giunta per motivi personali, ecco la ripartizione delle deleghe. La nota comunale.

"Il Sindaco Gaetano Manfredi - in seguito alle dimissioni dell’Assessore all’Ambiente e al Mare Paolo Mancuso - ha provveduto con proprio decreto sindacale alla ridefinizione delle deleghe assessorili, nonché al conferimento di ulteriori deleghe alle bonifiche, al piano di risparmio energetico e alla vivibilità degli spazi della Città. Rimane inoltre riservata al Sindaco la cura degli aspetti connessi alla riorganizzazione della partecipata operante nel settore dell’igiene urbana".

Di seguito si riportano le ulteriori deleghe conferite ai sotto elencati Assessori:

Edoardo Cosenza            Mare e bonifiche

Pierpaolo Baretta           Piano di risparmio energetico

Emanuela ferrante         Avvocatura e contenzioso

Vincenzo Santagada      Igiene urbana e vivibilità degli spazi della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La funicolare di Chiaia aprirà non prima del 2024, Manfredi: "Abbiamo affrontato grandi difficoltà"

NapoliToday è in caricamento