rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

A rischio i funerali: "Molte imprese di pompe funebri rischiano di essere fuori legge nei prossimi mesi"

La denuncia di Gennaro Tammaro, dell'omonima impresa

I corsi di formazione professionale di aggiornamento per Operatore funebre e Direttore tecnico dell'impresa funebre sono al palo. Questo, spiegano gli enti di formazione accreditati, a causa di ritardi di "validazione" da parte di funzionari della Regione Campania "per poter finalmente immettere gli allievi in esame".

"Il problema - spiega Gennaro Tammaro, dell'omonima impresa - è che a meno di improbabili deroghe molte imprese di pompe funebri rischiano di essere fuori legge nei prossimi mesi a causa del mancato aggiornamento professionale e senza colpa alcuna". Il rischio, spiega l'impresario funebre, è che quindi l'attività cimiteriale a Napoli e in Campania si possa interrompere nei prossimi mesi, se la situazione non cambia velocemente. "Il problema è comune a tutti noi impresari. Per questo - spiega Tammaro - che chiediamo che la Regione nella figura dei funzionari preposti si attivi nel minor tempo possibile per dare il via libera allo svolgimento di questi esami tanto attesi. Altrimenti le conseguenze per i territori potrebbero essere devastanti, come la recente storia siciliana insegna". "Gli uffici preposti – spiega Luca Lanzetta, presidente del Movimento Libero e Autonomo delle Scuole di Formazione Autofinanziate – purtroppo si stanno dimostrando estremamente lenti. Anche per i corsi come quelli in oggetto, che non necessitano di una commissione d'esame esterna ma solo di una constatazione di apprendimento, una procedura molto più semplice, non vengono emessi nullaosta in maniera tale da poter far erogare gli attestati invalidandoli. Si tratta di procedure di pochi secondi, invece stiamo ancora aspettando".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A rischio i funerali: "Molte imprese di pompe funebri rischiano di essere fuori legge nei prossimi mesi"

NapoliToday è in caricamento