rotate-mobile

Funerali Antonio Morione, Il vescovo: "La parte sana non resti in silenzio"

L'appello di Domenico Battaglia nell'omelia per l'ultimo saluto al pescivendolo ucciso a Boscoreale: "Questa città non può rassegnarsi alla violenza"

Per l'ultimo saluto ad Antonio Morione, il vescovo di Napoli Domenico Battaglia ha voluto immaginare un dialogo tra lui e il pescivendolo ucciso durante una rapina a Boscoreale. Un dialogo impossibile in cui don Mimmo chiede ad Antonio "...perché piangi" e lui risponde "...perché non posso asciugare le lacrime dei miei cari". 

E' l'espediente del vescovo metropolita per rivolgersi a tutta la comunità: "E' arrivato il momento che la parte sana si faccia sentire, ci sono ancora troppi silenzi. Non dobbiamo rassegnarci alla violenza". La messa si è tenuta nella chiesa dello Spirito Santo di Torre Annunziata. In centinaia hanno atteso l'uscita del feretro. Commozione e contegno tra i familiari del pescivendolo, cui è andato il forte abbraccio di Domenico Battaglia. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Funerali Antonio Morione, Il vescovo: "La parte sana non resti in silenzio"

NapoliToday è in caricamento