menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Gianturco, fuga sui tetti dei capannoni industriali: giovane lancia tegole ai poliziotti

Un 23enne ha rubato in uno dei depositi ed è poi fuggito sui tetti: ai poliziotti, intervenuti con un'autoscala, il giovane ha lanciato sassi e tegole prima di essere bloccato

Alle 6.30 di stamane  le volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale sono intervenute nell’area industriale di Napoli Est dove era scattato l’allarme sonoro di diversi antifurti. In via Carlo di Tocco i poliziotti hanno visto un giovane che, dopo essersi introdotto all’interno di un capannone, è fuggito sui tetti dei capannoni industriali che compongono l’intera zona e si è arrampicato sulla parte alta e spiovente di uno di questi. Gli agenti hanno utilizzato un’autoscala con cestello dei Vigili del Fuoco per raggiungere il 23enne che li ha colpiti lanciando pietre e tegole.

Nel frattempo altri poliziotti, accedendo da altri depositi industriali, hanno raggiunto i tetti dei capannoni in Via Gianturco dove il giovane ha tentato di rifugiarsi continuando a lanciare all’indirizzo degli operatori sassi e tegole fino a quando, dopo una colluttazione, è stato bloccato con l’utilizzo dello spray capsicum in dotazione. L’uomo, E.Z., marocchino irregolare sul territorio nazionale, sarà giudicato con rito direttissimo. Dovrà rispondere di rapina impropria e lesioni personali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Anm, via alla nuova linea bus 602 sulla tratta Garibaldi-Dante

Attualità

Riapre il Cinema Vittoria: coda al botteghino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento