Non si fermano all'alt dei carabinieri e speronano la loro auto per fuggire

I due malfattori, una volta raggiunti dagli agenti, hanno anche ferito tre carabinieri mandandoli all'ospedale

Carabinieri

I carabinieri di Giugliano hanno arrestato per violenza e per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale un  24enne bosniaco, domiciliato nel campo nomadi della cittadina campana.

L'uomo era alla guida di un'auto con a bordo un 17enne quando non si è fermato all’alt dei carabinieri in via Ripuaria, scappando a folle velocità.

Sono intervenuti i carabinieri di Varcaturo che hanno inseguito il bosniaco e un complice, ma sono stati speronati violentemente, tanto che l’auto dei fuggitivi ha riportato seri danni.

I due malfattori hanno cercato di continuare la fuga a piedi ma sono stati bloccati dopo un inseguimento e immobilizzati, non prima di aver ferito tre carabinieri mandandoli all'ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

  • Grave incidente stradale in vacanza, muore Lello Iodice: lascia la moglie e tre figli

  • Carabiniere aggredito, quattro arresti: fermato anche l'uomo che gli ha rubato il borsello mentre era a terra

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento