rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Frodi all'Iva intracomunitaria, sequestro di beni per 11 milioni di euro

Destinatari del provvedimento del sequestro beni 'per equivalente', sono 35 soggetti, ritenuti appartenenti a un sodalizio criminale con base a Napoli e con importanti ramificazioni su tutto il territorio nazionale

Nell'ambito di un'indagine per associazione a delinquere finalizzata all'emissione ed utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti ed altri reati di natura tributaria, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli - Sezione Reati di Criminalità Economica, la Guardia di Finanza di Napoli, in esecuzione di un'ordinanza del G.I.P. presso il tribunale partenopeo, sta procedendo al sequestro preventivo di beni per un valore complessivo di circa 11 milioni di euro.

Destinatari del provvedimento del sequestro beni 'per equivalente', sono 35 soggetti, ritenuti appartenenti a un sodalizio criminale con base a Napoli e con importanti ramificazioni su tutto il territorio nazionale, che attraverso il coinvolgimento di molteplici imprese risultate 'cartiere', specializzate nelle frodi all'Iva intracomunitaria, importavano e commercializzavano prodotti informatici, carta per uffici, casalinghi e tanti altri articoli, per un giro di affari quantificato in oltre 50 milioni di euro. Le società coinvolte nella frode risultano essere 32.

I soggetti indagati hanno posto in essere tale attività illecita, effettuando fittizie triangolazioni commerciali con soggetti giuridici di Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Lettonia, Liechtenstein, Malta, Portogallo, Slovenia e Spagna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frodi all'Iva intracomunitaria, sequestro di beni per 11 milioni di euro

NapoliToday è in caricamento