Fresenius Medical Care: risultati positivi per il terzo trimestre e per i primi 9 mesi 2012

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

FRESENIUS MEDICAL CARE:

RISULTATI POSITIVI PER IL TERZO TRIMESTRE E PER I PRIMI 9 MESI 2012

 

Milano, 31 ottobre 2012 - Fresenius Medical Care AG & Co. KGaA, quotata alla borsa di New York e Francoforte e il più grande fornitore di tecnologie e servizi per la dialisi, ha chiuso il terzo trimestre 2012 registrando ricavi consolidati per 3.418 milioni di dollari, in crescita del 7% rispetto al pari periodo 2011. A tassi costanti la crescita è pari all'11%.

L'EBIT di periodo è aumentato del 6% (rispetto al terzo trimestre 2011) raggiungendo 568 milioni di dollari.

A fine settembre 2012, Fresenius Medical Care ha registrato ricavi per 10.095 milioni di dollari (+8% rispetto al pari periodo 2011) ed ha in trattamento dialitico 256.521 pazienti nel mondo (+12% rispetto al pari periodo 2011), operando in 3.135 cliniche. La società opera con 85.368 addetti, in crescita rispetto ai 79.159 del settembre 2011.

Per l'esercizio in corso, Fresenius Medical Care prevede ricavi per oltre 14 miliardi di dollari ed un utile di circa 1.140 milioni di dollari. La società prevede di spendere circa 700 milioni di dollari per investimenti e circa 1.800 milioni di dollari per possibili acquisizioni.

Ben Lipps, CEO Fresenius Medical Care, ha commentato: "Alla luce delle implicazioni negative nel difficile scenario finanziario e sanitario, abbiamo ottenuto buoni risultati con un ottimo cash flow operativo nel terzo trimestre del 2012. Continua il processo di integrazione con le nostre ultime acquisizioni e siamo molto soddisfatti per i nostri programmi di Quality Improvement e dei risultati ottenuti specialmente riguardo il miglioramento dello stato nutrizionale e la riduzione dell'ospedalizzazione per i nostri pazienti".

 

Fresenius Medical Care è il più importante gruppo al mondo nella produzione di dispositivi medici e nella gestione globale di servizi per il trattamento dell'insufficienza renale. Il Gruppo, che opera in 115 paesi al mondo, gestisce una rete di oltre 3.130 centri dialisi in tutto il mondo con oltre 256.500 pazienti in trattamento dialitico (circa 4 volte il numero complessivo dei pazienti in dialisi in Italia).

In Italia FMC è presente con una sede a Palazzo Pignano (CR), che occupa complessivamente circa 550 addetti, uno stabilimento a Canosa Sannita (CH) con circa 130 addetti per la produzione di sacche per la dialisi peritoneale e una sede a Napoli per il coordinamento delle attività di cura gestite da NephroCare S.p.A. Il fatturato nel 2011 è stato pari a 149 milioni di Euro.

In 6 regioni Italiane, è inoltre presente con un'importante rete di centri dialisi accreditati, in grado di seguire più di 1.850 pazienti in dialisi cronica, con uno staff di circa 550 tra medici, personale infermieristico, ausiliario ed amministrativo. In particolare ha in gestione la Nefrologia e i Centri Dialisi dell'Ospedale Bolognini di Seriate (BG) in un accordo di partnership pubblico-privato.

 

Su tutto il territorio Italiano, Fresenius Medical Care è attiva anche con una rete di Informatori Scientifici del Farmaco per la commercializzazione di una linea di farmaci dedicati ai pazienti in insufficienza renale cronica.

Nel corso del 2011, Fresenius Medical Care ha iniziato anche la commercializzazione di Venofer ®,farmaco indicato per il trattamento della carenza di ferro nei pazienti in insufficienza renale cronica.

Nello scorso mese di maggio, è stato messo in commercio Ferinject ® (ferro carbossi maltoso), particolarmente indicato per i pazienti in terapia conservativa in quanto primo ferro endovena somministrabile in bolo ad alti dosaggi.

Torna su
NapoliToday è in caricamento