Frattaminore, picchia la moglie e minaccia di morte il figlio

Un 50enne è stato arrestato dai Carabinieri di Grumo Nevano. Armato di coltello minacciava di morte la moglie -che aveva già preso a calci e pugni - e il figlio 19enne

(foto di repertorio)

Un 50enne di Frattaminore già noto alle forze dell'ordine è stato arrestato dai Carabinieri della stazione di Grumo Nevano. L'uomo è stato bloccato dagli operanti intervenuti d’urgenza nella sua abitazione: era armato di coltello e stava inveendo e minacciando di morte la moglie 49enne e il figlio 19enne. Alla vista dei militari ha poggiato il coltello sul tavolo della cucina e si è lasciato ammanettare. 
I carabinieri hanno accertato che poco prima aveva preso a calci e pugni la moglie. Subito dopo aveva tentato di ferire con il coltello il figlio, che era riuscito a schivare un fendente che gli aveva tagliato il giubbino indossato. 

I medici del 118 hanno visitato la donna trovandola in stato di agitazione; la stessa in sede di denuncia ha raccontato che il marito aveva analoghi comportamenti da circa 2 anni. L’arrestato ora attende in cella il rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Coronavirus, arriva l'annuncio: "La Campania è zona arancione"

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Campania zona arancione: ecco cosa si può fare

Torna su
NapoliToday è in caricamento