rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Il punto della situazione / Ischia

Prefetto e Capo della protezione civile fanno il punto della situazione: “Cerchiamo 11 dispersi tra cui due bambini”

Dopo la prima riunione del mattino in prefettura

Sono complessivamente 167 le persone sfollate a Casamicciola, comune dell'isola d'Ischia colpito ieri mattina da una frana che ha causato, questo il bilancio al momento, una vittima, 4 feriti e 11 dispersi. Tra i dispersi ci sono anche due nuclei familiari e due bambini.  Lo ha detto il prefetto di Napoli Claudio Palomba, al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi che si è tenuta questa mattina in Prefettura a Napoli. "Tutti gli sfollati - ha sottolineato il prefetto - hanno avuto una sistemazione, la gran parte in albergo e altri con sistemazioni autonome".

"Oggi il tempo ci aiuta di più e si sono messe in moto ulteriori attività, anche di identificazione degli edifici".  ha proseguito Palomba, facendo il punto sulle attività di soccorso a Ischia nel comune di Casamicciola Terme. Palomba ha tenuto un punto stampa in Prefettura al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi insieme ai vertici locali delle forze dell'ordine e al direttore della Protezione civile regionale della Campania Italo Giulivo. "Le abitazioni coinvolte - ha spiegato Palomba - dovrebbero essere 15. Oggi con l'ausilio del tempo verranno intensificate tutte le attività, speriamo anche di avere buone notizie sui dispersi". Il centro coordinamento soccorsi della Prefettura è stato aggiornato alle ore 18 "in modo tale - ha aggiunto Palomba - da avere un riscontro sulle attività che saranno messe in moto nel corso della mattinata".

"L'attività di ricerca dei dispersi prosegue e oggi è una giornata decisiva, perché il tempo ci consentirà di rafforzare e mettere in campo tutti gli uomini dei Vigili del fuoco e del volontariato di protezione civile che sono sull'isola con mezzi adeguati". Ha aggiunto Italo Giulivo, direttore della Protezione civile regionale della Campania, al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi in Prefettura a Napoli. "Parallelamente - ha fatto sapere Giulivo - abbiamo deciso questa mattina di avviare le attività che servono a individuare e perimetrare la cosiddetta zona rossa, l'area interessata che deve essere evacuata preventivamente per poter valutare poi il rientro in sicurezza, qualora il quadro dei danni avvenuti ai fabbricati e al territorio sia tale da consentirlo. 

Saranno fatti in giornata sopralluoghi con voli aerei messi a disposizione sia dalla Guardia di Finanza per un telerilevamento, sia dalla Capitaneria di Porto che dall'Osservatorio Vesuviano che con le proprie squadre di esperti ci supporterà nell'attività di individuazione delle nicchie di distacco delle frane dal Monte Epomeo, fino a individuare le aree arrivate a valle, provando a individuare quantitativi e volumi interessati. Il Centro operativo comunale a Casamicciola si è sistemato in una nuova struttura, per cui oggi avremo una maggiore attività del Coc. Il Capo Dipartimento Curcio è andato a Casamicciola e lì tutte le attività saranno coordinate al meglio. Prima del Ccs delle 18 in Prefettura proveremo a fare il punto della situazione, per mettere a confronto il quadro conoscitivo che emerge dai voli insieme a quelli fatti dai droni dei Vigili del fuoco. Arriveranno anche i Carabinieri Forestali esperti con droni sull'isola e metteremo a conoscenza quanto acquisito per proporre alle 18 al Ccs una possibile zona rossa". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prefetto e Capo della protezione civile fanno il punto della situazione: “Cerchiamo 11 dispersi tra cui due bambini”

NapoliToday è in caricamento