Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Le forze speciali si formeranno al Cardarelli: l'iniziativa

I medici napoletani insegneranno tecnica di primo intervento ai militari

Il pronto soccorso nei teatri operativi e di guerra, dove basta un attimo, o un'azione sbagliata, per decretare la vita e la morte di un militare ferito: è questo lo scenario in cui si colloca l'accordo, siglato a Napoli, tra l'ospedale Cardarelli e il Cofs, il Comando interforze delle Forze speciali. Con la firma di oggi il Cardarelli diventa il nuovo centro di formazione per situazioni di emergenza sanitaria che possano verificarsi nel corso delle missioni operative dei commandos italiani. È il primo ospedale in Italia a svolgere questo tipo di formazione, che finora avveniva all'estero. A siglare l'accordo, il dg del Cardarelli, Antonio d'Amore, e il comandante del Cofs, l'ammiraglio Paolo Pezzutti, presente l'assessore regionale Ettore Cinque. L'intesa prevede la realizzazione di percorsi formativi direttamente a NAPOLI per tutti gli operatori delle Forze speciali della Difesa, ovvero gli incursori della Marina, dell'Esercito, dell'Aeronautica e il Gis dei Carabinieri.

"Questo tipo di formazione - spiega d'Amore - è l'ennesima sfida che il Cardarelli dimostra di saper affrontare. Siamo particolarmente soddisfatti, e con noi anche la Regione Campania, perché tutto ciò testimonia l'eccellenza dell'ospedale napoletano nelle situazioni di urgenza e emergenza". E quelle che si trovano ad affrontare gli incursori, per lo più in ambienti 'ostili', sono particolarmente complesse, proprio per il contesto in cui si presentano: servono risposte efficaci e immediate, che finora le Forze speciali italiane apprendevano all'estero, ma il Cofs ha scelto per la prima volta di avvalersi, per questo tipo di addestramento, dell'esperienza formativa, della competenza degli operatori e dell'organizzazione del Cardarelli, che metterà a disposizione le sale di simulazione e le aule del Centro di Biotecnologie e formazione. "L'accordo di oggi - spiega l'ammiraglio Pezzutti - è una conferma delle capacità che abbiamo in Italia e al Cardarelli in particolare, un'eccellenza internazionale e quindi un partner di sicuro affidamento per il successo di un lavoro formativo di nicchia, molto sensibile, che richiede competenze elevatissime in vista di tutto ciò che può accadere in zona di guerra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le forze speciali si formeranno al Cardarelli: l'iniziativa
NapoliToday è in caricamento