Incontro Regione-Provincia-Comune su Forum delle Culture 2013

L'evento a Napoli nel 2013. Il Forum vivrà su tre grandi eventi dedicati rispettivamente all’espressione culturale (musica, danze, teatro), alle esposizioni (grandi mostre) e al dialogo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Si è svolto oggi a palazzo Santa Lucia un incontro sul Forum delle Culture, nel corso del quale sono stati affrontati i temi dedicati ai programmi, alla tempistica e alla fase organizzativa in preparazione del grande evento che si terrà a Napoli nel 2013.

Ai lavori, svoltisi in un clima cordiale e di grande collaborazione tra i diversi livelli istituzionali, hanno preso parte il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, il sottosegretario al ministero degli Affari Esteri Vincenzo Scotti, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, gli assessori regionali alla Promozione culturale Caterina Miraglia e all’Urbanistica e governo del territorio Marcello Taglialatela, l’assessore al Bilancio della Provincia di Napoli Armando Cascio, l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Antonella Di Nocera e il presidente della Fondazione Nicola Oddati.

Nel corso della riunione, è stato deciso che il Forum vivrà su tre grandi eventi, dedicati rispettivamente all’espressione culturale (musica, danze, teatro), alle esposizioni (grandi mostre) e al dialogo, a partire dai Paesi che si affacciano sul mare. Insieme ai temi della memoria e del futuro, è proprio il mare che, su proposta del ministero degli Esteri, rappresenterà il leit motiv della manifestazione, in quanto risorsa economica e ambientale centrale ed espressione autentica della interculturalità. Il presidente Caldoro e il sindaco de Magistris, nelle rispettive competenze, hanno espresso la disponibilità della Regione e del Comune a realizzare, nonostante le difficoltà economiche esistenti, un grande programma di interventi strutturali per migliorare l’accoglienza nel Centro storico di Napoli e nell’area occidentale, a partire dalla Mostra d’Oltremare.

Si è deciso altresì di coinvolgere nell’iniziativa la Curia arcivescovile, la CRUI con tutte le università, a cominciare da quelle campane, le Ambasciate, le Sovraintendenze, per valorizzare al massimo l’integrazione e il dialogo culturale ed interreligioso partendo dalle eccellenze della città e della regione nel campo della ricerca, della scienza e dell’innovazione. Saranno utilizzati allo scopo tutti i siti Unesco della Campania. La Fondazione, assieme agli assessori della Regione, della Provincia e del Comune, lavorerà nei prossimi giorni alla realizzazione dell’intesa raggiunta stamattina. Il 18 luglio prossimo a Parigi, presso la sede dell’Unesco, ci sarà la presentazione formale del Forum.

Torna su
NapoliToday è in caricamento