menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Magistris e Caldoro

De Magistris e Caldoro

Forum delle Culture? No, Forum delle figuracce

Duro il sottosegretario agli Esteri, Staffan De Mistura, ieri in città: "Il governo, in questa fase di crisi economica, è stato tentato di cancellare l'evento". Le repliche di Caldoro e de Magistris

Tutto va storto, o almeno è questa la sensazione che si ha quando si parla di Forum delle Culture, l'evento previsto a Napoli nel 2013. L'ultima bordata l'ha data ieri il sottosegretario agli Esteri, Staffan De Mistura, in città per la presentazione del World Urban Forum (Wuf). "Il governo, in questa fase di crisi economica, è stato tentato di cancellare l’evento. Era inconcepibile spendere 3,5 milioni di fondi europei per una manifestazione che dura una settimana. Ci abbiamo ripensato quando l’impegno economico è stato ridotto a 1,2 milioni e i giorni da sette a tre". E ancora: "Questo governo non lo finanzierà. Ci penserà, se vorrà, il prossimo. Spendere soldi per un evento di questo tipo non ci pare giusto e giustificato. Sono altre le priorità per i napoletani. Prima di finanziare ci si pensa cinque volte. Non vogliamo un Forum che diventa un buco nero. Non si aiuta Napoli facendo una grande festa o facendo venire musicisti stranieri".

Come spiega Pietro Treccagnoli dalle pagine del Mattino, non sono mancate le repliche del sindaco Luigi de Magistris e del presidente della Regione, Stefano Caldoro, entrambi presenti all’incontro a Castel dell’Ovo, con il sottosegretario delle Nazioni Unite, Joan Clos. "Il governo ci ha tagliato i fondi, ma noi ci siamo dimostrati all’altezza di riuscire a fare eventi di grande portata con pochi soldi. In passato c’erano enormi risorse e chi le amministrava ci ha fatto trovare un buco che ancora oggi i cittadini pagano. Il World Urban Forum lo faremo con il governo Monti - ha sottolineato de Magistris - il Forum delle Culture lo faremo con il prossimo governo, ma non aspettiamo certo il nuovo esecutivo, perché l’organizzazione è già partita. Il sottosegretario De Mistura si è un po’ confuso: siamo già in uno stato avanzato, abbiamo l’accordo con la Regione, abbiamo nominato il commissario, stiamo firmando un protocollo con Barcellona".


Per Caldoro "il Forum resterà un evento che finanzieremo con i nostri fondi europei. Impegneremo 15 milioni, molto meno dei 40 previsti inizialmente. Se questo governo si tira indietro andremo avanti da soli con il nostro programma. Se ci ripenseranno potranno dare un patrocinio. Prima i fondi europei erano usati per concerti, ora li impieghiamo per eventi Onu"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento