menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia

Polizia

Arrestato Fortunato Murolo, il reggente del clan Amato-Pagano

Il 40enne in manette dopo due anni e mezzo di latitanza. Gli agenti lo hanno sorpreso a letto in un villetta a Mugnano. L'uomo è accusato di associazione per delinquere di tipo mafioso

Fortunato Murolo, cognato di Elio Amato e divenuto reggente del clan protagonista della sanguinosa faida di Scampia del 2004 dopo l'arresto del boss, è stato arrestato nelle scorse ore dai poliziotti della Squadra Mobile di Napoli. Il 40enne, latitante da tre anni, era a Mugnano, in una villetta di via Luca Giordano. L'uomo è accusato di associazione per delinquere di tipo mafioso.

L'arresto è stato eseguito dagli uomini della sezione Narcotici al termine di minuziose indagini e in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso il 30 marzo 2009 dalla procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli - Ufficio Gip, che aveva per destinatari 107 appartenenti al noto cartello camorristico di Secondigliano - Scampia, capeggiato dalle famigli Amato-Pagano, uscito vincente dalla faida del 2004 dopo la scissione dal clan Di Lauro. Murolo ha sempre rivestito un ruolo di fondamentale importanza all'interno dell'organizzazione.

Uomo di fiducia dei fratelli Raffaele ed Elio Amato e di Cesare Pagano, Murolo era il ragioniere del clan, per cui curava gli affari, per poi ricoprire un ruolo di maggior responsabilità quale reggente in seguito agli arresti dei capo clan Raffaele Amato in Spagna, di Elio Amato e Cesare Pagano nella provincia napoletana e da ultimo, di Carmine Amato arrestato ai Camaldoli, periferia di Napoli. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento