rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

In migliaia in spiaggia: caos a Posillipo |VIDEO

I cittadini hanno preso d'assalto i pochi metri di arenile liberi dagli stabilimenti. Traffico in tilt

Uno sull'altro, ammassati, nel vano tentativo di ritagliarsi un piccolo spazio nei pochi metri di spiaggia libera che Napoli può offrire lontano dalle tariffe proibitive degli stabilimenti balneari. Così, nell'ultima domenica di maggio, il quartiere di Posillipo è andato in tilt. Innanzitutto dal punto di vista del traffico, come mostrato in un video pubblicato sui social dal deputato Francesco Borrelli (AVS) in cui un bus di linea e uno turistico scoperto si sono incrociati lungo via Posillipo e, complici le auto parcheggiate in divieto di sosta, si sono bloccati a vicenda, paralizzando la circolazione per diversi minuti. 

Caos anche sulle spiagge. E' ancora Borrelli a segnalare comportamenti anomali al Lido delle Monache, spiaggetta pubblica gestita dal Comune di Napoli. Qui, diversi cittadini, sia adulti che giovanissimi, hanno utilizzato i balconi delle abitazioni private come trampolino per i tuffi. “Chiedo che venga immediatamente attivato il servizio di Polizia turistica per presidiare i litorali napoletani. Questi incoscienti vanno fermati, non possiamo assistere a tutto questo senza che si muova un dito. Queste persone mettono a repentaglio la loro sicurezza e quella degli altri, senza considerare il reato di violazione di proprietà privata" il commento del deputato. 

La verità, però, è che ancora una volta a Napoli si pone il problema sui pochi metri di spiaggia a disposizione della popolazione. Con Bagnoli e Napoli Est ancora non fruibili, restano solo il Lungomare e le calette di Posillipo, spesso ostruite dalle proprietà private nonostante siano pubbliche.  

Video popolari

NapoliToday è in caricamento