Focolaio la Sonrisa: due membri della famiglia Polese trasferiti al Cotugno

Nonna e nipote portati per precauzione nell'ospedale napoletano. Già ricoverato lo zio da cui è partito il virus

Altri due membri della famiglia Polese sono stati ricoverati all'ospedale Cotugno di Napoli. Si tratta di nonna e nipote che sono stati trasferiti nell'ospedale napoletano per precauzione. I due, una signora anziana e un uomo di mezza età, raggiungono il primo membro della famiglia ad aver contratto il virus. "Dopo un periodo di relativa calma, nelle ultime ore stiamo assistendo purtroppo ad un aumento dei contagi e delle necessita' di ricovero presso le strutture ospedaliere. Probabilmente nelle settimane scorse la popolazione ha improvvidamente abbassato la guardia sull'applicazione delle norme anti-contagio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste le parole di Roberto Schiavone di Favignana, presidente Corpo Internazionale di Soccorso Humanitas, che ha commentato e segnalato il trasporto dei due pazienti affetti da Covid-19 all'ospedale specializzato Cotugno di Napoli. Entrambi, trasportati con ambulanze a bio-contenimento con a bordo personale altamente specializzato, provengono dalla mini zona rossa, istituita nella giornata di ieri dalla Regione Campania, di Sant'Antonio Abate, nel napoletano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

  • Coronavirus, De Luca: "Tra fine ottobre e novembre attesa la ripresa del contagio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento